Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

NEGATO BONUS BEBÈ ALLA FIGLIA DI TOTÒ RIINA

NEGATO BONUS BEBÈ ALLA FIGLIA DI TOTÒ RIINA

Il Comune di Corleone e l'Inps si sono opposti con motivazioni formali al rilascio delle autorizzazioni per ottenere l’erogazione del bonus bebè alla figlia di Totò Riina. Rigettata anche la richiesta del marito per scadenza dei termini.

 

 

NEGATO BONUS BEBÈ ALLA FIGLIA DI TOTÒ RIINA –

Lucia, la più piccola dei quattro figli di Totò Riina, ha fatto domanda al Comune di Corleone, dove vive dal ’93 dopo l’arresto del padre, per avere il bonus bebè, un assegno riconosciuto dall’amministrazione a chi versa in precarie condizioni economiche.
Il Comune, sciolto per mafia e attualmente retto da tre commissari, ha risposto di no, usando motivazioni formali: la domanda della donna trentacinquenne è stata ritenuta incompleta; mentre è arrivata fuori termine la domanda presentata dal marito di Lucia, Vincenzo Bellomo.
Il no è stato ribadito dall’Inps, che non ritiene la coppia così povera da poter usufruire dell’assegno. Lo riporta Repubblica-Palermo. Lucia fa la pittrice e i suoi lavori sono pubblicizzati su Internet.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook