Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

BLUE WHALE, MINORENNE SEGUE GIOCO MORTALE

BLUE WHALE, MINORENNE SEGUE GIOCO MORTALE

Segue il gioco mortale della ‘Balena blu’: la ragazzina si è chiusa nel bagno della scuola e si è procurata dei tagli alla mano. I compagni si sono accorti in tempo e l'hanno bloccata.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

BLUE WHALE, MINORENNE SEGUE GIOCO MORTALE –

Il fatto inquietante è successo ieri a Caltanissetta una giovane pare sia caduta nella trappola del “Blue Whale”, il gioco mortale che da qualche tempo si è diffuso su internet il cui inventore è stato arrestato nelle scorse settimane.
La ragazzina, quattordici anni, originaria di un paese della provincia nissena, frequenta una scuola del capoluogo e, durante l’orario di lezione, si era rinchiusa in bagno rimanendovi per molto tempo. Non vedendola uscire, i compagni, preoccupati, si sono recati nel bagno per sincerarsi delle sue condizioni. la compagna al loro richiamo non ha risposto e i compagni hanno forzato la porta riuscendo a entrare. Una volta dentro hanno scoperto che la giovane si era procurata delle profonde ferite alla mano.
Infatti, una delle “tappe” del gioco micidiale culmina con il suicidio di chi è coinvolto procurandosi delle ferite alla mano. Sono stati chiamati subito i soccorsi che sono arrivati sul posto sono e le hanno prestato le prime cure. Della preoccupante vicenda si sta occupando la polizia postale, con gli investigatori impegnati nella ricerca di persone che potrebbero averla istigata a commettere il gesto tramite l’utilizzo di internet e dei social network, visto che il mortale gioco ha preso piede proprio sulla rete.
Immediate le precauzioni che hanno messo in moto i docenti della scuola per far si che la studentessa possa essere assegnata a un programma di riabilitazione psicologica dopo aver appurato che la minorenne vivrebbe in un contesto familiare difficile.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook