Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

POZZALLO, FERMATI DUE SIRIANI PER TERRORISMO

POZZALLO, FERMATI DUE SIRIANI PER TERRORISMO

I due giovani siriani avevano memorizzato nei cellulari delle immagini di kamikaze i due erano appena arrivati da Malta, uno di loro è minorenne.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

POZZALLO, FERMATI DUE SIRIANI PER TERRORISMO –

Individuati e fermati due siriani, uno dei quali minorenne. (Foto di repertorio) la Digos di Ragusa li ha bloccati nel porto di Pozzallo, dove erano arrivati su un traghetto proveniente da Malta. L’accusa mossa è quella di terrorismo. Nei cellulari dei due sono state trovate immagini di kamikaze con cinture esplosive con il proclama in arabo: «Da oggi nessuna pietà». Il fermo è avvenuto nell’ambito del potenziamento dei controlli disposti anche nei porti per il G7 di Taormina.
Il minorenne era stato registrato per la prima volta in territorio italiano presso l’hotspot di Pozzallo lo scorso 30 aprile. Successivamente era stato affidato ad un centro di accoglienza a Caltagirone (Catania) da quale si era allontanato pochi giorni fa. E’ stato trovato in possesso di documenti contraffatti. Il minorenne ha dichiarato di aver avuto il cellulare con sè dalla partenza in Libia avendolo avuto in regalo da un amico: fatto che non si è dimostrato vero.
Walid Eibo, maggiorenne, 25 anni, con passaporto maltese, è stato più volte registrato in arrivo o partenza sulla tratta Malta-Pozzallo. Dall’esame congiunto dei cellulari sono emersi una serie di contatti tra i due e condivisioni comuni anche di foto con kamikaze e colloqui in messaggistica ancora all’esame degli investigatori. Contatti sono stati avviati dalla Digos con gli organi di polizia maltesi per verificare se i due avevano programmato una prosecuzione del viaggio del minore o di entrambi verso altre mete.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook