Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

OXFAM PROMUOVE FLASHMOB CONTRO IL BANCHETTO DEI G7

OXFAM PROMUOVE FLASHMOB CONTRO IL BANCHETTO DEI G7

Già da oggi, Oxfam ha promosso la prima delle iniziative in programma realizzata per criticare le politiche dei leader che da domani saranno nella città siciliana per il G7.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

OXFAM PROMUOVE FLASHMOB CONTRO IL BANCHETTO DEI G7 –

Già da questa mattina sul lungomare di Giardini di Naxos in corso il flash mob organizzato da Oxfam. Infatti, l’organizzazione ha promosso la prima delle iniziative in programma realizzata per criticare le politiche dei leader che da domani saranno nella città siciliana per il G7.
Donald Trump, Teresa May, Angela Merkel e gli altri grandi della terra seduti a un tavolo di un ristorante di Taormina davanti ad abbondanti piatti di spaghetti, mentre su un televisore alle loro spalle scorrono le immagini di carestie e guerre.
Le immagini riferiscono alle situazioni in Yemen, Nigeria, Somalia e Sud Sudan e hanno l’obiettivo di sollecitare i sette grandi a rispondere all’appello urgente dell’Onu per lo stanziamento di 6,3 miliardi di dollari per garantire gli aiuti necessari a quasi 5 milioni di persone in Sud Sudan, 17 in Yemen, quasi 3 in Somalia e 4,7 nel nord est della Nigeria.
Con una nota, i responsabili dell’organizzazione Oxfam affermano: «Ad oggi  la comunità internazionale ha stanziato solo il 30% della cifra richiesta dalle Nazioni Unite. Ma se i leader dei Paesi del G7 facessero la loro parte, si arriverebbe già a coprire la metà delle risorse necessarie a salvare milioni di vite».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook