Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA IN ‘GHINGHERI’ PER L’ARRIVO DELLE FIRST LADIES

CATANIA IN ‘GHINGHERI’ PER L’ARRIVO DELLE FIRST LADIES

Controlli serrati in molte strade del centro storico. Il piano di sicurezza è già scattato e in via precauzionale, sono stati sigillati anche i tombini. Gli uomini della questura di Catania presidiano tutti i punti sensibili fra cui il Municipio, l’ex Convento di Santa Chiara, oggi sede dell’Agenzia Frontex, e la Prefettura.

Print Friendly, PDF & Email

Domani il centro di Catania per poche ore sarà trasformato in un’area no limits conseguenza dell’accoglienza dei first partners. Da Palazzo Chigi, tuttavia, fanno sapere che comunque si tratta di una ‘visita in forma privata’.
Comunque domani le cinque consorti dei capi di Stato e i due coniugi (di Theresa May e Angela Merkel) saranno nella città etnea dove verranno ricevuti dalla moglie del premier Paolo Gentiloni, la signora Emanuela, e dal primo cittadino Enzo Bianco con la compagna Jane Succi. Quindi venerdì il palazzo municipale di Catania e uffici rimarranno chiusi al pubblico.
Il primo cittadino farà servire il pranzo proprio nel Salone Bellini a Palazzo degli Elefanti. Ad occuparsi del cibo lo chef stellato Pino Cuttaia che aveva cucinato in occasione dell’ultima visita a Catania dell’ex presidente Giorgio Napolitano. In programma la visita al Monastero dei Benedettini e del Teatro Greco della città.
Controlli serrati in molte strade del centro storico. Il piano di sicurezza è già scattato e in via precauzionale, sono stati sigillati anche i tombini. Gli uomini della questura di Catania presidiano tutti i punti sensibili fra cui il Municipio, l’ex Convento di Santa Chiara, oggi sede dell’Agenzia Frontex, e la Prefettura.
L’amministrazione comunale di concerto con la polizia locale ha predisposto un piano per la viabilità che prevede il divieto di sosta dalle 8,30 e fino a quando la visita in quell’area non sarà conclusa, nelle vie Fragalà, Mancini, Santa Maria del Rosario, La Piana, Bicocca, Roccaforte, Merletta, Vittorio Emanuele e Garibaldi.
Applicato il divieto di sosta a partire dalle ore 11 e per il tempo necessario nelle piazze: Dante, dei Miracoli, Santa Maria dell’Itria e Riccò e poi anche in tratti di strada nelle vie Quartarone, Teatro Greco, Biblioteca, Idria e Osservatorio.
Sarà inoltre vietato transitare, a partire dalle 13,45, per piazza Dante e lungo le vie Quartarone e Teatro Greco. La piazza Duomo e la piazza Dante saranno transennate.
La parte sud di Catania già da qualche settimana è un cantiere. Grazie al G7  è stata messa in atto una vigorosa operazione di riqualificazione della zona del faro Biscari. Le strade sono state riasfaltate e sono state realizzate nuove aiuole nell’area della foce del torrente Acquicella. Lungo il percorso che dall’aeroporto arriva al centro città, poi, sono stati installati dei cartelloni con le immagini dei monumenti più significativi della città.
Anche il monastero dei Benedettini è stato sottoposto a ‘maquillage’. All’interno sono stati curati tutti i dettagli, che erano stati trascurati, purtroppo, da troppo tempo. Sistemate le vetrate rotte, coperti i fili elettrici ‘penzolanti’ e anti estetici. Nuovo look anche per le aiuole a di piazza Università dove al posto delle siepi hanno fatto la loro comparsa dei fiori colorati.Il passaggio su Catania prevede anche un sorvolo dell’Etna.
Terminata la gita prevista in serata, le coppie presidenziali torneranno a Taormina per partecipare alla cena offerta dal capo dello Stato, Sergio Mattarella per poi assistere al concerto dell’orchestra della Scala che si esibirà per l’occasione al Teatro Antico.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook