DEPUTATI M5 STELLE ALL’ARS RINUNCIANO ALLA PENSIONE

DEPUTATI M5 STELLE ALL’ARS RINUNCIANO ALLA PENSIONE

I parlamentari siciliani del Movimento 5 stelle all’Ars si sono riuniti e hanno firmato "irrevocabilmente" davanti ai giornalisti la rinuncia alla pensione. Il rappresentante dei 14 onorevoli Giancarlo Cancelleri ha ribadito: «Non prenderemo alcun vitalizio».

 

 

DEPUTATI M5 STELLE ALL’ARS RINUNCIANO ALLA PENSIONE –

L’intero gruppo parlamentare, composto da 14 deputati all’Assemblea Regionale Siciliana ha annunciato la rinuncia irrevocabile alla pensione. Infatti il regolamento prevede che ogni deputato matura il diritto alla pensione a compimento di 4 anni, 6 mesi e un giorno nei cinque anni di legislatura., dice il portavoce Giancarlo Cancelleri.
Il portavoce Giancarlo Cancelleri in presenza dei cronisti convocati per l’occasione nella sala stampa dell’Ars ha preso la parola spiegando i motivi e poi ha detto: «Il giorno del privilegio è il 6 giugno”. Successivamente tutti hanno firmato la «rinuncia al vitalizio» sulla gigantografia di una lettera indirizzata al Consiglio di presidenza, dove c’è scritto: «Dichiaro di rinunciare irrevocabilmente al diritto alla pensione come previsto dal superiore regolamento».

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook