POSTE NEL CAOS PER LA NUOVA MODALITA’ DI CONSEGNA

POSTE NEL CAOS PER LA NUOVA MODALITA’ DI CONSEGNA

il segretario territoriale del sindacato La Rosa: «La nuova operatività che interessa soprattutto la città di Catania, sta provocando estremo caos nei processi di lavorazione che si riverbera sui lavoratori e soprattutto sulla cittadinanza.

 

 

POSTE NEL CAOS PER LA NUOVA MODALITA’ DI CONSEGNA –

La Nuova modalità di consegna degli inesitati, sta causando caos nell’utenza. Il Sindacato Slp Cisl Catania, con il suo Segretario Territoriale Salvo Di Grazia, in una nota sottolinea, con un comunicato stampa, quanto segue:
«In questi giorni ha preso il via il nuovo servizio degli invii a firma non recapitati (Raccomandate, AG, Pacchi) per assenza del destinatario, che sarà effettuato da tutti gli Uffici Postali dislocati nel territorio di Catania e provincia.
La nuova operatività che interessa soprattutto la città di Catania, sta provocando estremo caos nei processi di lavorazione che si riverbera sui lavoratori e soprattutto sulla cittadinanza. L’azienda, che ha scelto di “frantumare” per i vari Uffici della città la consegna degli invii, abbandonando il vecchio ma consolidato sistema che centralizzava il servizio presso il CPD Rapisardi di Piazza Eroi d’Ungheria e presso Catania Centro di Via Etnea, non si è preoccupata di “testare” il nuovo servizio, magari con una opportuna gradualità e attraverso tempi compatibili con la nuova e più complessa organizzazione logistica.
Da adesso in poi il cittadino dovrà porre attenzione sull’ubicazione dell’Ufficio presso il quale è custodita la sua raccomandata e, soprattutto, rispettare la data utile per potersi presentare allo sportello, indicata sull’avviso.
Dal canto loro, i lavoratori, dovranno fare i conti con una improvvisata e maldestra organizzazione, che non tiene conto della complessità e del maggior lavoro, che sarà effettuato con gli stessi organici (già esigui) presenti negli Uffici Postali.
Anche in questo caso l’azienda – continua il comunicato – affrettando tempi e modalità di implementazione del nuovo servizio, allo scopo di assecondare obiettivi legati alla produttività e all’incremento degli utili, trascura del tutto i disagi che lavoratori e cittadini dovranno giocoforza subire, perseverando a perseguire strategie organizzative che nulla hanno a che vedere con l’espletamento di un servizio di pubblica utilità».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook