Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

INCENDIO OSPEDALE DI SIRACUSA, EVACUATO REPARTO

INCENDIO OSPEDALE DI SIRACUSA, EVACUATO REPARTO

Questa notte nell'ala del reparto malattie infettive si è sviluppato un incendio. E’ scattato l’allarme e sono stati messi in salvo 16 pazienti, intossicati alcuni infermieri. La Procura di Siracusa ha aperto un'inchiesta sull’accaduto.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

INCENDIO OSPEDALE DI SIRACUSA, EVACUATO REPARTO –

Questa notte poco dopo le ore 2 è scattato l’allarme per un incendio che si è sviluppato nel reparto malattie infettive dell’ospedale Umberto I di Siracusa. Sul luogo sono prontamente intervenuti gli agenti di polizia e i vigili del fuoco che hanno messo in salvo i 16 pazienti che erano ricoverati.
L’ala dell’ospedale lambita dalle fiamme è stata sigillata dagli inquirenti che hanno avviato le indagini per accertare la dinamica e le cause del rogo. Dalle prime indagini pare che le fiamme prima di propagarsi siano partite da una stanza del reparto. Alcuni infermieri che hanno preso parte alle operazioni di evacuazione dei pazienti sono rimasti intossicati dal fumo.
La Procura di Siracusa ha aperto un fascicolo sulla vicenda. Agli atti dell’inchiesta, al momento conoscitiva, sono confluite le prime sommarie segnalazioni dei vigili del fuoco e della polizia di Stato. Il procuratore Francesco Paolo Giordano spiega che: «Ancora è presto per avere un quadro completo dell’accaduto. Occorrerà aspettare relazioni più dettagliate di chi sta operando sul posto per capire cosa esattamente sia successo e quali eventuali reati ipotizzare».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook