Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

INCENDI: TERRENI E CASE EVACUATE A NASO

INCENDI: TERRENI E CASE EVACUATE A NASO

La situazione più grave nel Messinese dove le fiamme sono quasi state domate dopo una intera notte di paura. Danni ingenti sul territorio. Sull’origine dell’incendio il sindaco Letizia presume che sia doloso.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

INCENDI: TERRENI E CASE EVACUATE A NASO –

Spenti gli l’incendi che ieri pomeriggio sono divampati in alcuni terreni alle porte di Naso, comune in provincia di Messina. Una vampa di fuoco che ha lambito case e terreni e che ha tenuto impegnati per parecchie ore le squadre di vigili del fuoco e forestali.
Il focolaio si è sprigionato dalla zona di Tre Archi e sono state spinte dal forte vento di scirocco, hanno rapidamente risalito il costone giungendo fino alla frazione di Malò.
Il sindaco di Naso Giuseppe Letizia che si trova a gestire l’allerta scattata nel suo paese ha detto:
«Adesso la situazione è migliore rispetto alla scorsa notte e sono rimasti solo pochi focolai non vasti che stanno per essere spenti. Non c’è vento, quindi ritengo che la situazione ritornerà alla normalità a breve».
Sempre Letizia ha aggiunto: «Ci sono danni molto ingenti almeno 300 ettari di terreno sono andati distrutti così come 4-5 case e molte altre sono danneggiate. Inoltre nei prossimi mesi dovremo fare i conti con il dissesto idrogeologico già purtroppo esistente all’interno del comune e ora la situazione sarà sempre più pericolosa. Devo dire grazie ai numerosi uomini della protezione civile che hanno inviato anche un Canadair, ai vigili del fuoco, ai volontari e ai carabinieri che hanno evacuato le abitazioni a rischio. Ieri ad un certo momento eravamo seriamente preoccupati per la situazione di una contrada dove sono state fatte evacuare quasi 150 persone, poi rientrate nelle loro abitazioni. Non ci sono stati eccessivi ritardi ma forse se il Canadair fosse arrivato un’ora prima come avevo chiesto sarebbe stato possibile domare il fuoco prima. Il nostro rammarico più grande è la considerazione che si tratta certamente di un incendio doloso che oltre ad un disastro ambientale avrebbe potuto provocare la morte di decine di persone».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook