Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

AGGREDISCE LA MADRE: “ARRESTATEMI SE NO LE TAGLIO LA TESTA”

AGGREDISCE LA MADRE: “ARRESTATEMI SE NO LE TAGLIO LA TESTA”

I carabinieri arrestano figlio violento, picchiava tutta la famiglia per ottenere soldi e comprare la droga. Le aggressioni le perpetrava anche alla sorella e al padre malato di sclerosi. Il ventitreenne è stato arrestato dopo anni di vessazioni nei confronti dei familiari.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

AGGREDISCE LA MADRE: “ARRESTATEMI SE NO LE TAGLIO LA TESTA” –

Il suo obiettivo era farsi consegnare soldi che gli servivano per comprare droga e per questo motivo minacciava e aggrediva madre, sorella e il padre malato di sclerosi multipla. Le vessazioni duravano da cinque anni e i carabinieri di Catania lo hanno arrestato a pochi giorni dalla morte del padre, perché aveva picchiato la madre per farsi consegnare la sua presunta parte di eredità. Il giovane, 23 anni, l’ha aggredita scaraventandola per terra procurandole delle lesioni e rubandole l’auto. I militari dell’Arma hanno soccorso la donna che è stata medicata in ospedale per contusioni a spalle, braccia e gambe. Si sono messi alla ricerca dell’aggressore, una volta identificato lo hanno bloccato. Condotto in caserma il giovane posto di fronte a madre e sorella, ha continuato a inveire contro la mamma urlando ai carabinieri: «Arrestatemi perché se torno libero le taglio la testa e i soldi non se li gode». Lo scorso febbraio, il giovane con un provvedimento era stato allontanato anche dall’abitazione dei nonni materni per avere vessato i due anziani. Dopo gli accertamenti di routine e la contestazione del reato è stato tradotto nel carcere di piazza Lanza di Catania.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook