Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

BLITZ ALLA FIERA DI CATANIA

BLITZ ALLA FIERA DI CATANIA

I militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato a Catania in piazza Carlo Alberto 6mila prodotti contraffatti tra scarpe, vestiti, borse e orologi. Durante l’operazione sono stati denunciati cinque uomini di nazionalità senegalese.

 

 

BLITZ ALLA FIERA DI CATANIA –

Vasta operazione della guardia di finanza di Catania nell’ormai conosciuto mercato rionale di piazza Carlo Alberto per contrastare la vendita di prodotti contraffatti. Controllati minuziosamente i depositi e le bancarelle. L’azione di controllo ha consentito il sequestro di oltre 6mila articoli contraffatti e “pirata”.
Nel mirino dei finanzieri due locali adibiti anche ad abitazione, all’interno dei quali era stoccata in deposito una notevole quantità di merce illegale pronta per la distribuzione ai diversi venditori ambulanti della zona.
Gli appartamenti sono stati individuati seguendo alcune persone che nelle prime ore del mattino, con carrelli di fortuna, rifornivano di merce i banchi del mercato.
Nel corso delle perquisizioni sono venuti fuori e sequestrati non solo prodotti contraffatti (calzature, capi di abbigliamento, borse e orologi) ma anche accessori (etichette, pendagli e minuteria metallica) utili a marcare le merci con i loghi di note griffe nazionali e internazionali. In un deposito vi erano anche 1.000 supporti audiovisivi “pirata”, legati in più piccoli pacchetti e pronti per essere smerciati. Denunciate cinque persone di nazionalità senegalese, quali gestori dei depositi e acquirenti occasionali.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook