Archiviato in | Musica, Spettacolo

TEATRO BELLINI, MAESTRO MAZZA DIRIGE LA MUSICA DI ROSSINI E RESPIGHI

TEATRO BELLINI, MAESTRO MAZZA DIRIGE LA MUSICA DI ROSSINI E RESPIGHI

Venerdì sera alla presenza del pubblico catanese il Maestro Michelangelo Mazza, ha diretto l’orchestra del teatro Massimo Bellini di Catania. Le musiche In programma: Gioachino Rossini, Sinfonia del Guglielmo Tell e Ottorino Respighi, La boutique fantasque, Il tramonto, Pini di Roma.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

TEATRO BELLINI, MAESTRO MAZZA DIRIGE LA MUSICA DI ROSSINI E RESPIGHI –

Venerdì sera alla presenza del pubblico catanese il maestro Michelangelo Mazza, ha diretto l’orchestra del teatro Massimo Bellini di Catania. Il concerto è iniziato con la sinfonia del ‘Guglielmo Tell’ di Gioacchino Rossini. Una prova assai ardua che hanno interpretato magistralmente sia il direttore che l’orchestra. Il maestro Mazza è salito sul palcoscenico mostrando le sue doti con polso fermo e deciso e con dolcezza e delicatezza quando necessario.
La bacchetta è quella di un interprete violinista già in carriera che da qualche anno si è avvicinato alla direzione d’orchestra. Il maestro Mazza si è esibito sui palchi internazionali più prestigiosi riscuotendo grandi consensi. Da non dimenticare la sua chiara e mirabile interpretazione del Rigoletto nella qualità di direttore a Catania nel 2015. Ora è tornato nuovamente sul proscenio in occasione della Stagione Sinfonica 2017 a dirigere le musiche in programma. La serata è iniziata con la sinfonia del “Guglielmo Tell “di Rossini venuta fuori con dinamiche variegate e sonorità chiare che hanno subito coinvolto i presenti.
Successivamente, ecco la “Boutique Fantasque” di Ottorino Respighi. L’autore, infatti, ideò la musica per il balletto dalla trascrizione di alcuni brani per pianoforte proprio di Rossini, tratti dai suoi passatempi della vecchiaia di un genio “Péchés de veillesse”. Per prima, “La danza” rossiniana: celeberrima tarantella che definisce il colore dell’intero balletto.
E poi ancora il Respighi del poemetto lirico “Il Tramonto”, del 1914. In questo brano l’orchestra si lega al clima dell’opera proprio per la presenza di un mezzosoprano: Elena Lo Forte. La cantante per l’occasione con una gradevole performace ha eseguito la parte vocale del poemetto, composto dal poeta inglese Percy Bysshe Shelley, nella traduzione italiana di R. Ascoli.
Il maestro Mazza ha guidato l’orchestra, molto attenta nei momenti più complessi con maestria ricambiato dall’attenzione e grande esperienza dei professori che compongono l’orchestra.
Il programma si è concluso con “I pini di Roma”, che ha caratterizzato il tratteggio ampio e variegato dell’opera del Respighi che caratterizza uno dei capolavori della cosiddetta trilogia romana, di cui fanno parte “Le fontane di Roma” e “Feste romane”. L’interpretazione ha descritto con chiarezza ogni movimento indicato dal compositore, la posizione e la conseguente vibrazione e oscillazione di un gruppo di pini in Roma osservati durante le ore della giornata.
Anche in questo caso attenta e minuziosa l’esecuzione musicale dei professionisti dell‘orchestra del Bellini, ben diretta dal maestro Mazza, che ha regalato al pubblico magnifiche suggestioni colte al volo dagli spettatori che gremivano il teatro, i quali, hanno ricambiato impegno e professionalità profuse, con applausi consapevolmente esternati a tutti gli interpreti.

Le immagini sono del fotografo Giacomo Orlando.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook