Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ARRESTATE SEI PERSONE PER RAPINE

ARRESTATE SEI PERSONE PER RAPINE

Carabinieri bloccano banda composta da sei persone. Al loro attivo più di venti i colpi messi a segno con la stessa tecnica. Nel mirino dei malviventi: distributori di carburante, centri commerciali, tabaccai e gioiellerie.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

ARRESTATE SEI PERSONE PER RAPINE –

Annientata dai carabinieri di Catania una banda specializzata nella commissione di rapine. L’operazione è stata denominata ‘Fermi tutti’. In esecuzione di un’ordinanza del Gip, emessa su richiesta della Procura distrettuale, che ipotizza anche l’associazione per delinquere, i militari dell’arma hanno arrestato sei persone.
Inoltre, è stato ricostruito interamente l’organigramma del gruppo e hanno proceduto all’arresto di Francesco Ferlito, di 38 anni, Maurizio Famà, di 37. Fermati inoltre: Carmelo La Rosa, Carmelo Molino e Anthony Scarpato, tutti 24enni di Catania.
I provvedimenti sono stati effettiuati a Catania, Messina, Caltanissetta e Catanzaro. Le indagini si erano messe in moto dopo tre rapine commesse con la stessa tecnica, nel luglio del 2014, ad aree di servizio di Misterbianco, Aci Castello e in contrada Gelso Bianco.
Sono accusati di oltre 20 gravi delitti contro il patrimonio tra rapine a mano armata, ‘spaccate’ a centri commerciali, bar tabacchi e gioiellerie, e numerosi furti e ricettazioni di auto, per un bottino complessivo stimato in 50mila euro, tra denaro contante, tabacchi e tagliandi ‘gratta e vinci’.
Gli investigatori attraverso le immagini dei sistemi di videosorveglianza hanno identificato uno dei rapinatori, Giuseppe Litrico, di 24 anni. Seguendo quest’ultimo hanno identificato tutta la banda.
Gli inquirenti hanno contestato diversi reati, tra i quali, uno avvenuto alla fine del luglio 2014, quando, secondo l’accusa, gli indagati, utilizzando come ariete due autovetture rubate avrebbero mandato in frantumi una delle vetrine d’ingresso del centro commerciale Porte di Catania. Poi, lo stesso giorno il gruppo avrebbe compiuto due rapine a mano armata a due distributori di carburante, ad Acireale e a Catania.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook