MATTARELLA RISPONDE ALL’APPELLO DEI DISABILI SICILIANI

MATTARELLA RISPONDE ALL’APPELLO DEI DISABILI SICILIANI

Il presidente della repubblica Sergio Mattarella in una lettera inviata ai fratelli Alessio e Gianluca Pellegrino risponde al video appello di questa mattina.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MATTARELLA RISPONDE ALL’APPELLO DEI DISABILI SICILIANI –

Questa mattina il video-appello dei malati gravissimi siciliani al Presidente della Repubblica: “Se siamo una priorità ce lo dimostri”.
I disabili gravissimi siciliani questa mattina hanno postato su you tube un video messaggio indirizzato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiedendo un aiuto.
Nel video, circolato in rete e condiviso da migliaia di utenti, Alessio e Gianluca, noti per aver denunciato alla trasmissione televisiva ‘Le Iene’ il menefreghismo delle istituzioni regionali, e soprattutto dell’ormai ex assessore Miccichè, nei confronti delle persone con disabilità, aprono le immagini, volti, parole e storie di disabili e familiari che hanno denunciato di essere “stanchi e trattati da stupidi”.
Poche ore dopo arriva la risposta del capo dello Stato: «Avete sollevato un’esigenza non soltanto vostra, ma di carattere generale. Vi sono vicino: voi chiedete il rispetto dei vostri diritti fondamentali. Questi diritti vanno tenuti presenti in occasione delle previsioni di spesa, pur nel comprensibile dovere di tener conto da tutte le esigenze che richiedono impegni e risorse. Le istituzioni, tutte, devono essere sensibili e fare fronte a questa responsabilità».
Il presidente invita poi i fratelli Pellegrino a far pervenire la lettera a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione del video sui problemi della disabilità e continua: «Vi è un problema di risorse di accrescere e, quantomeno, nell’immediato da non diminuire. Vi è anche un problema che riguarda l’applicazione delle previsioni operate dal Parlamento con leggi che prevedono interventi. L’obiettivo è quello di impedire che persone con gravi problemi di disabilità rimangano in solitudine e che ricevano adeguata solidarietà. Vi è, ancora, un problema di attuazione tempestiva degli interventi con le risorse disponibili. Occorre, infine, assicurare un livello uniforme di condizioni in tutto il territorio nazionale. Solleciterò le istituzioni in questo senso, assicurandovi, fin da ora, che continuerò a seguire le risposte ai vostri problemi».

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook