Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CROCETTA POTREBBE RIDEFINIRE LA GIUNTA DOPO LA FINANZIARIA

CROCETTA POTREBBE RIDEFINIRE LA GIUNTA DOPO LA FINANZIARIA

Il presidente Crocetta potrebbe essere pronto a ridefinire la giunta. Dopo una pausa di riflessione potrebbe avvenire dopo l’approvazione della Finanziaria.

Print Friendly, PDF & Email

 

CROCETTA POTREBBE RIDEFINIRE LA GIUNTA DOPO LA FINANZIARIA –

Giunta tecnica, di uomini scelti dal Presidente sembra essere questo il destino del fine legislatura alla Regione Siciliana. Se avverrà potrebbe essere un governo del presidente come più volte è stato definito.
Il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta sembra che stia valutando già da tempo la composizione di una giunta tecnica, di persone scelte da lui che la accompagni verso le nuove elezioni. I primi segnali in questo senso si erano percepiti mesi fa. Una eventualità, poi, smentita dallo stesso Crocetta.
Ora le voci tornano a girare e a conferma di questa possibilità le lettere aperte all’assessore Baccei. E ancora gli incontri nei quali lui stesso sottolinea la presenza dei renziani e la scelta di un nome come sostituto per l’assessore Miccichè dimessosi dopo le polemiche sui disabili senza concordare con i centristi. Poi l’intenzione di D’Alia di uscire dalla maggioranza subito dopo la finanziaria.
Una giunta nuova mentre si sta lavorando all’approvazione del difficile documento finanziario potrebbe creare numerosi problemi. Infatti, è prevedibile che Crocetta potrebbe pensare di attendere l’approvazione di questo documento che dovrà essere votato entro fine marzo o, se dovesse esserci una ulteriore proroga, al massimo entro fine aprile. Per il governatore resterebbero almeno 5 o 6 mesi di campagna elettorale da fare con tutti i suoi nei posti chiave del potere.
Intanto gli amici del Presidente organizzano le raccolte fondi e i finanziamenti per il movimento ‘Riparte Sicilia’. Sabato la festa del movimento alla quale avrebbero partecipato anche i renziani come Gucciardi, Termini e Anselmo, per la maggior parte assessori o con ruoli istituzionali ad eccezione della Stefania Munafò chiamata sul palco. In realtà si è trattato di un apericena di autofinanziamento co-organizzato anche dal presidente dell’Ast, Massimo Finocchiaro attivissimo negli inviti in quello che lui stesso in un messaggio che ha fatto girare su whatsapp definito ‘apefinanziamento libero e trasparente’.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook