Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MISURE ANTITERRORISMO A PALERMO

MISURE ANTITERRORISMO A PALERMO

Due telefonate anonime segnalano ordigni alla stazione: zona transennata e setacciata, gli artificieri fanno brillare un pacco.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MISURE ANTITERRORISMO A PALERMO –

Scattano le misure antiterrorismo alla stazione centrale di Palermo. Dopo le due telefonate anonime di ieri la prima al centralino della polizia ferroviaria e la seconda alla stazione di Bologna. Le chiamate indicavano la presenza di ordigni nella zona della stazione di Palermo.
Immediatamente sono scattati i dispositivi antiterrorismo. La zona segnalata è stata completamente transennata. Le uscite esclusa quella che adiacente a piazza Giulio Cesare sono state chiuse e presidiate. E’ scattato l’allarme per carabinieri, polizia, agenti della digos, guardia di finanza e vigili del fuoco che hanno esaminato centimetro per centimetro tutta la stazione.
Le forze dell’ordine impiegate hanno setacciato la zona del terminal degli autobus in piazza Cairoli. gli artificieri supportati dai pompieri hanno controllato un pacco sospetto. Inoltre sono state bloccate tutte le corse degli autobus extraurbani comprese le partenze dei convogli ferroviari.
Carabinieri, polizia e guardia di finanza hanno controllato tre pullman che effettuano il servizio Palermo-Roma. Passati a setaccio da agenti e artificieri, passeggeri e Bagagli. Probabilmente nella telefonata anonima si segnalava un sospetto a bordo di uno degli autobus. Gli artificieri dopo aver trovato un pacco sospetto su uno dei bus, lo hanno fatto brillare.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook