Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

DECAPITATI I VERTICI DEI CLAN DI BRONTE E CESARÒ

DECAPITATI I VERTICI DEI CLAN DI BRONTE E CESARÒ

Tra i fermati anche Giovanni Pruiti e Salvatore Catania, presunti capi dei due gruppi. Sono una decina gli indagati. Antoci: "Duro colpo alla mafia dei Nebrodi".

Print Friendly, PDF & Email

 

 

DECAPITATI I VERTICI DEI CLAN DI BRONTE E CESARÒ –

La Dda della Procura di Catania ha disposto il fermo di una decina di indagati. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri del Ros del capoluogo etneo. L’operazione antimafia avrebbe azzerato i vertici delle cosche di Cesarò (Messina) e Bronte (Catania). Tra i destinatari dei fermi anche i presunti capi dei due gruppi, Giovanni Pruiti e Salvatore Catania. La Procura chiederà la convalida dei fermi al Giudice per le indagini preliminari.
Il presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci ha subito commentato: “E’ un duro colpo assestato a importanti famiglie mafiose. Apprendo inoltre che tutto questo è collegato agli effetti scaturiti dal Protocollo di Legalità”.
Continua il presidente Antoci: “Sono contento che il percorso di legalità e sviluppo che stiamo portando avanti continui e che stiamo liberando la Sicilia da un malaffare che durava da anni e che toglieva dignità agli agricoltori e allevatori onesti. Tengo a ringraziare particolarmente i Carabinieri del Comando Provinciale di Messina, i Ros di Catania e la Compagnia di Santo Stefano di Camastra e un ringraziamento particolare alla Dda di Catania che continuano a dimostrare impegno, responsabilità e dedizione”.
In conclusione Antoci evidenzia: “Il 23 febbraio sarò a Roma alla Camera dei Deputati per presentare la Legge che di fatto allarga il Protocollo di Legalità a tutta Italia facendolo definitivamente diventare legge dello Stato. Questa è l’antimafia dei risultati e che trova credibilità nel lavoro e nella condivisione dei più alti valori della legalità”.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook