Archiviato in | Spettacolo, Teatro

TROPPO BELLO PER ESSERE VERO AL DON BOSCO DI CATANIA

TROPPO BELLO PER ESSERE VERO AL DON BOSCO DI CATANIA

Lo spettacolo, curato in regia da Carlo Bellante, ruota attorno ad un pover’uomo, sommerso da problemi finanziari e che trova, in un sogno, la soluzione alle proprie angosce, vivendo una storia di ricchezza e di successo.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

TROPPO BELLO PER ESSERE VERO AL DON BOSCO DI CATANIA –

Chi nella vita non ha mai ricorso ai sogni, chi non adopera la fantasia come valvola di sfogo. Vi siete mai risvegliati da un sogno dubbiosi su cosa significasse davvero? Un “sogno” che diventa palcoscenico della realtà, le percezioni si intrecciano con la veridicità della vita.
Questo, in sintesi, il tema, della brillante opera, «Troppo bello per essere vero», tre atti di Turi Castelli, in scena, sabato 11 febbraio alle ore 17,30 e 21,00 e, in replica, domenica 12 febbraio, alle ore 17,30 e 20,30, al Teatro Don Bosco, a Catania, dalla Nuova Compagnia Odèon, diretta da Rita Nicotra (nella foto).
Lo spettacolo, curato in regia da Carlo Bellante, ruota attorno ad un pover’uomo, sommerso da problemi finanziari e che trova, in un sogno, la soluzione alle proprie angosce, vivendo una storia di ricchezza e di successo. Solo nella dimensione onirica riesce a prendersi qualche bella soddisfazione, nei confronti di quelli che nella realtà sono i principali responsabili dei suoi guai.
Sul palco Sebastiano Finocchiaro, Rita Nicotra, Monia Giardina, Salvo Zoffoli, Claudio Jacobello, Serena Mirone, Giuseppe Caponnetto, Angela Ursino, Carmelo Marino, Bartolo Giavatto

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook