Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

AUGUSTA, ARRIVANO ALTRI 493 MIGRANTI

AUGUSTA, ARRIVANO ALTRI 493 MIGRANTI

Sbarcano dalla nave Canarias nel porto di Augusta 493 migranti. Il personale del gruppo interforze della Procura di Siracusa che contrasta l’immigrazione clandestina, pare abbia individuato due presunti scafisti.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

AUGUSTA, ARRIVANO ALTRI 493 MIGRANTI –

In tarda mattinata è previsto l’arrivo nel porto commerciale di Augusta della nave Canarias con a bordo 493 migranti. Le persone si trovavano tutti a bordo di un barcone e sono stati soccorsi nel mare agitato del canale di Sicilia.
Il personale del gruppo interforze della Procura di Siracusa che contrasta l’immigrazione clandestina, pare abbia individuato due presunti scafisti: uno di un gommone sudanese e l’altro della barca ghanese dello sbarco di ieri da nave Aquarius di 785 migranti.
I presunti scafisti sono già stati sottoposti a fermo per favoreggiamento all’immigrazione clandestina e sono stati trasferiti nel carcere di Siracusa. Secondo le testimonianze raccolte i migranti, sarebbero partiti dal porto libico di Sabrata, la notte tra il 2 e il 3 febbraio scorso, pagando ciascuno per il viaggio 2.500 dinari pari a 1.700 euro circa.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook