Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CARABINIERI FORESTALI LIBERANO 300 CARDELLINI A BALLARÒ

CARABINIERI FORESTALI LIBERANO 300 CARDELLINI A BALLARÒ

Denunciati due venditori nel mercato palermitano. I volatili erano chiusi in gabbiette anguste e sporche, alcuni erano morti.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CARABINIERI FORESTALI LIBERANO 300 CARDELLINI A BALLARÒ –

I carabinieri forestali del comando provinciale di Palermo hanno condotto per la prima volta una operazione che è scattata questa mattina poco dopo le otto nel mercato di Ballarò a Palermo. Il mercato storico si trasforma ogni domenica in uno dei più grossi centri di traffico di fauna protetta. Il nucleo è stato impegnato per la prima volta in una operazione che ha individuato e denunciato due venditori di cardellini e liberato 300 volatili. Due palermitani, F.F. 26 anni e D.V. 41 anni sono stati denunciati in stato di libertà con l’accusa di maltrattamento di animali, ricettazione e detenzione incompatibile di specie protetta. I due più volte sono stati trovati a Ballarò a vendere cardellini.
Quando sono arrivati, i militari, hanno trovato circa 300 cardellini, in condizioni di evidente sofferenza richiusi in gabbiette anguste e sporche. Nelle stie alcuni esemplari erano già morti. I veterinari dell’Asp di Palermo, hanno controllato i volatili e poi sono stati liberati nel parco della Favorita.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook