Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

POMPIERE UCCISO A SAVOCA: DONNA FERMATA

POMPIERE UCCISO A SAVOCA: DONNA FERMATA

Fortunata Caminiti è accusata dell'omicidio e del sequestro di Roberto Scipilliti. Il vigile del fuoco aveva 56 anni, prima scomparso e poi trovato morto a Savoca (Me) qualche giorno fa. La donna è stata bloccata all'imbarco dei traghetti assieme al marito con documenti falsi e armi. Da verifiche effettuate sull’auto affittata in provincia di Catania sono state trovate tracce di sangue.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

POMPIERE UCCISO A SAVOCA: DONNA FERMATA –

I carabinieri del Comando provinciale di Messina, hanno fermato una donna di 47 anni, Fortunata Caminiti, con l’accusa di omicidio, sequestro di persona e occultamento di cadavere. Secondo gli investigatori avrebbe ucciso Roberto Scipilliti, il vigile del fuoco di 56 anni prima scomparso e poi trovato morto a Savoca (Me) qualche giorno fa.
I militari dell’arma utilizzando delle immagini di alcune telecamere hanno individuato una Panda gialla presente sul luogo dell’omicidio riuscendo a risalire in un secondo tempo alla targa e alla ditta di noleggio ubicata in provincia di Catania dove era stata noleggiata. I titolari della ditta hanno riferito agli investigatori di aver trovato del sangue a bordo e che l’auto era stata presa in affitto dalla Caminiti, la quale per la circostanza aveva presentato documenti falsi. Quando l’auto è stata restituita la donna si era giustificata raccontando che a bordo della vettura c’era stata una lite violenta e che alcuni suoi amici erano ricoverati in ospedale. I carabinieri confrontando i dati sono risaliti alla donna che era stata arrestata qualche giorno fa a Messina all’imbarco dei traghetti con il marito Fabrizio Ceccio, 44 anni che risultava latitante. Al momento dell’identificazione, i due avevano documenti falsi e nell’auto sono state trovate una Beretta calibro 22 e una Sig Sauer calibro 9, alcuni telefoni cellulari, e 60 proiettili. Dal mese di aprile dell’anno scorso, Ceccio era ricercato per associazione per delinquere finalizzata alle truffe, al riciclaggio e alla ricettazione.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook