Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

YLENIA DIMESSA DALL’OSPEDALE, ASPETTA UN BIMBO

YLENIA DIMESSA DALL’OSPEDALE, ASPETTA UN BIMBO

Ylenia la ragazza che si presume sia stata bruciata dal fidanzato è stata dimessa dal Policlinico di Messina e potrebbe aspettare “un bimbo” e che la “gravidanza è giunta quasi al terzo mese” lo rivela il quotidiano la Gazzetta del Sud.

 

 

YLENIA DIMESSA DALL’OSPEDALE, ASPETTA UN BIMBO –

E’ stata dimessa dal reparto di Chirurgia plastica del Policlinico di Messina, Ylenia Bonavera, la ventiduenne che, secondo l’accusa, sarebbe stata aggredita dall’ex fidanzato, Alessio Mantineo, che le avrebbe gettato addosso della benzina dandole poi fuoco, e che continua a difenderne, contro ogni evidenza, l’innocenza.
La giovane scrive il quotidiano locale la Gazzetta del Sud sarà ospitata in un luogo protetto: una comunità d’assistenza in provincia. Inoltre tra le righe dell’articolo si può leggere che “aspetta un bimbo” e la “gravidanza è giunta quasi al terzo mese”.
Intanto Mantineo, si proclama innocente ed è in carcere, in esecuzione di un’ordinanza del Gip, che ha accolto la richiesta della Procura basata su indagini della squadra mobile della polizia di Stato, con l’accusa di tentativo di omicidio pluriaggravato.
La ragazza vittima dell’aggressione continua a difenderlo, sostenendo di essere stata assalita da uno sconosciuto. La madre della giovane in un’intervista pubblicata sul settimanale ‘Oggi’ racconta: “Vivo un incubo, ho paura che mia figlia possa mettersi di nuovo nei guai. E poi – aggiunge – mi vergogno. Perché la posizione di Ylenia è un’offesa per tutte le donne che hanno subito violenza da un uomo e hanno trovato il coraggio di accusarlo”. Poi aggiunge: “Alla vicina e a sua zia ha detto subito che era stato Alessio. E anche a me, quando sono corsa in ospedale, all’inizio ha detto: ‘È stato lui’. Poi ha cambiato versione, difendendo Alessio Mantineo anche in tv.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook