Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SPARA ALL’AMANTE DI UN FAMILIARE

SPARA ALL’AMANTE DI UN FAMILIARE

Nel quartiere Librino della città di Catania, gli agenti della squadra mobile della questura etnea hanno arrestato Fabio Scevolo, 25 anni, aveva sparato per vendicare un rapporto extraconiugale.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

SPARA ALL’AMANTE DI UN FAMILIARE –

La polizia di Stato ha arrestato Fabio Scevolo, 25 anni, nel corso di una esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Catania per porto illegale di due armi comuni da sparo e lesioni aggravate.
La sparatoria è avvenuta in uno stabile del rione Librino dove il presunto indagato avrebbe fatto fuoco il pomeriggio del 31 ottobre 2016 ferendo alla gamba sinistra con un colpo d’arma da fuoco L. G., pregiudicato. Pare che la vittima avrebbe avuto un rapporto extraconiugale intrattenuto con una giovane donna, imparentata con Fabio Scevolo.
Le indagini, coordinate dalla Procura distrettuale, hanno portato all’identificazione dell’indagato, che è accusato di essere l’autore della sparatoria. 
Il provvedimento restrittivo accoglie gli esiti di attività d’indagine avviata dalla Squadra mobile della questura di Catania che ha individuato e arrestato il presunto aggressore.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook