Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

BRUCIA LA EX, FERMATO

BRUCIA LA EX, FERMATO

L’aggressione è avvenuta a Messina nel quartiere Bordonaro. Una ventiduenne Ylenia Grazia Bonavera 22 anni è stata aggredita in casa dal suo ex fidanzato. Appena la donna ha aperto la porta l’aggressore le ha versato addosso una tanica di benzina e poi le ha dato fuoco. La ragazza è stata trasportata al pronto soccorso del policlinico dove è ricoverata. I medici le hanno trovato sul corpo il 13% di gravi ustioni. Per la ragazza che ha chiesto di essere ascoltata nella stanza dell'ospedale dove è ricoverata: "è stato arrestato un innocente". Mentre la madre afferma che è stato: "Un gesto bestiale"

Print Friendly, PDF & Email

 

 

BRUCIA LA EX, FERMATO –

Il tragico avvenimento è successo ieri mattina a Messina. L’ex compagno ha aggredito una ragazza di 22 anni, l’ha cosparsa di benzina dandole fuoco. Trasportata in ospedale lotta contro la morte al Policlinico. La ragazza presenta ustioni di primo e secondo grado sul 13% del corpo. Le ferite causate dal fuoco sono al fianco, alla caviglia, alla mano destra e alla coscia sinistra. Non è in pericolo di vita. L’autore del folle gesto era braccato dagli agenti della questura e si è presentato alla polizia accompagnato dal proprio legale, il giovane 24 anni, A.M. è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio. L’aggressore sotto interrogatorio, dagli agenti della squadra mobile che tentano di capire il movente dell’efferato gesto. Ha scelto di non rispondere agli investigatori.
dalla sua stanza in ospedale Ylenia difende il fidanzato: “Non è stato lui, hanno arrestato un innocente”. L’audio è riportato dal sito di Repubblica. La giovane ha chiesto di essere sentita urgentemente dalla polizia. “Non so chi è stato, ma non è stato lui…”.
La Procura di Messina ritiene invece di avere prove e indizi a sufficienza per dimostrare la colpevolezza del 25enne che è stato fermato per tentativo di omicidio pluriaggravato.
Ieri per tutto il giorno sono ascoltati i genitori della vittima. La giovane donna e il suo ex compagno avrebbero anche convissuto per un periodo. Entrambi lavoravano saltuariamente come commessi e in questo periodo erano disoccupati.
Il tentativo di omicidio è avvenuto in casa della ragazza nel quartiere Bordonaro nel capoluogo peloritano. L’autore del gesto ieri mattina, poco dopo l’alba, avrebbe suonato il campanello della casa della ex con cui aveva avuto una relazione molto tormentata che si sarebbe conclusa due mesi fa. La ragazza ha aperto appena sveglia e si è trovata di fronte il giovane che l’ha spinta dentro e le ha versato addosso una tanica di benzina dandole fuoco.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook