BAGHERIA, APERTA VILLA CATTOLICA MUSEO DI GUTTUSO

BAGHERIA, APERTA VILLA CATTOLICA MUSEO DI GUTTUSO

Dopo il restauro durato un anno e mezzo è stato inaugurato il museo dedicato a Renato Guttuso che ospita le sue spoglie e molte opere del famoso artista siciliano.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

BAGHERIA, APERTA VILLA CATTOLICA MUSEO DI GUTTUSO –

Oggi a Bagheria è stata riaperta Villa Cattolica. La struttura liberty trasformata in museo dedicato a Renato Guttuso è stato riaperto dopo un anno e mezzo di chiusura a causa dei lavori di ristrutturazione.  Villa Cattolica ha subito una operazione di restyling che la svelerà in tutta la sua bellezza. Per l’occasione è stato anche realizzato un annullo postale speciale. Oltre al restauro della Villa è stato rivisitato anche l’allestimento delle 1.500 opere. Molte sono quelle di artisti amici di Guttuso come Pippo Rizzo, Lia Pasqualino Noto, Carlo Levi, Alberto Ziveri, Augusto Perez, Antonietta Raphael Mafai, Corrado Cagli, Carla Accardi, Antonio Sanfilippo, Angelo Savelli, Salvatore Scarpitta, Edouard Pignon, Sergio Vacchi, Armando De Stefano, Mario Schifano, Franco Angeli e Tano Festa.
Guttuso nel 1973 donò il primo nucleo di opere e venne esposto nel piano nobile della villa. Nel 1984, con l’acquisizione dell’intero complesso monumentale, venne riordinato il percorso espositivo anche attraverso nuove donazioni di Fabio Carapezza, figlio adottivo di Guttuso. Nel corso del 2004 il patrimonio del museo è stato arricchito con una porzione dedicata al manifesto cinematografico. Un’altra sezione è dedicata ai maestri siciliani della fotografia, tra i quali Ferdinando Scianna e Giuseppe Tornatore. La sezione etnografica è destinata al carretto siciliano e, in particolare, alla famiglia Ducato di Bagheria. che Guttuso aveva definito “Artigiani di pregio”.
Alla cerimonia erano presenti, il Presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, il Sindaco della Città metropolitana di Palermo, Leoluca Orlando, l’assessore comunale alla Cultura, Andrea Cusumano, il Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, i registi Giuseppe Tornatore e Pif, presente anche l’attore Francesco Scianna, sono alcuni degli ospiti che partecipato all’evento per la riapertura della Villa che ospita al suo interno il museo Guttuso.
Alle 17 è stato effettuato il taglio del nastro alla presenza del sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, dell’assessore alla Cultura di Palermo, Romina Aiello, e Fabio Carapezza Guttuso, fondatore degli Archivi Guttuso. La villa è stata presentata in una veste unica ed inedita. Durante la cerimonia, organizzata proprio nel giorno del centocinquesimo anniversario della sua nascita è stata posta una corona di fiori sull’arca monumentale che accoglie le spoglie del Maestro Renato Guttuso. Il toccante momento è stato accompagnato dall’esibizione del Coro Laudate Dominum di Bagheria.
Poi alle ore 19 l’ingresso sarà aperto al pubblico, che potrà effettuare la visita guidata del complesso monumentale di Villa Cattolica. La serata si concluderà alle 21.30 con i fuochi d’artificio.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook