Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MANOSCRITTI VERGA, ASTA SOSPESA

MANOSCRITTI VERGA, ASTA SOSPESA

Intervengono il ministero dei Beni culturali e i carabinieri, salta la vendita dei documenti a Parigi. Anche la magistratura ha aperto un'inchiesta.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MANOSCRITTI VERGA, ASTA SOSPESA –

Il lotto delle carte di Giovanni Verga che Christie’s aveva indetto per oggi a Parigi è stata sospesa. La vendita delle lettere e del manoscritto del celebre scrittore siciliano è stata sospesa dopo un intervento del ministero dei Beni culturali e del Nucleo dei carabinieri tutela del patrimonio culturale. Il fatto ha destato curiosità e presenta aspetti controversi. La magistratura ha aperto un’inchiesta.
La raccolta verghiana che doveva essere battuta da Christie’s è costituita dal manoscritto della Cavalleria rusticana “per il cinematografo” e da due lotti di lettere. Un lotto è quello di cui fanno parte 78 lettere inviate dallo scrittore tra il 1880 e il 1916 ai fratelli Pietro e Mario e al nipote Giovannino. Un’altra parte di 198 lettere di Verga ai familiari, tra cui la madre era finito all’asta.
La vendita ha sollevato il sospetto che le carte facciano parte di un nucleo di documenti affidato nel 1928 dal ministro Giuseppe Bottai alla famiglia romana Perroni perché ne facesse una valutazione. I Perroni invece trattennero le carte. Ne scaturì una lunga e complessa controversia che nel 1978 si concluse con la vendita dell’archivio Verga alla Regione siciliana.
E’ probabile che la parte venduta non fosse integrale e che un lotto sia stato indebitamente trattenuto e messa sul mercato in  varie soluzioni. Nel 2013 un gruppo di documenti messi all’asta da Christie’s a Milano e altri oggetti verghiani vennero sequestrati. Ora sono in deposito cautelativo presso l’università di Pavia.
I tre lotti spuntati a Parigi potrebbero comprendere un carteggio che il nipote dello scrittore Giovannino, erede unico dell’autore dei “Malavoglia”, avrebbe diviso e ceduto. Ma in questo caso la vendita sarebbe irregolare: ecco perchè il ministero italiano è intervenuto portando Christie’s a bloccare l’asta.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook