LETTERE E MANOSCRITTI DI VERGA ALL’ASTA

LETTERE E MANOSCRITTI DI VERGA ALL’ASTA

Il 5 dicembre andranno all'asta a Parigi alcune lettere e "Cavalleria rusticana" manoscritti importanti dello scrittore siciliano Giovanni Verga. Il sindaco di Catania ha ribadito l'impegno dell'amministrazione per far sì che tornino in Sicilia.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

LETTERE E MANOSCRITTI DI VERGA ALL’ASTA –

Il prossimo 5 dicembre saranno battuti all’asta da Christie’s a Parigi,  300 lettere e alcuni manoscritti del celebre scrittore Siciliano Giovanni Verga. In vendita anche il manoscritto originale de La Cavalleria rusticana per “il cinematografo” fra i documenti autografi di Verga.
Vi è anche una straordinaria raccolta di quasi 300 lettere, tutte inedite, indirizzate dal grande scrittore siciliano ai fratelli Pietro e Mario, alla mamma Caterina e al nipote Giovannino, da cui emergono squarci sulla vita familiare del caposcuola del Verismo, tra problemi di salute e gestione finanziaria dei terreni di proprietà, ma anche e soprattutto annotazioni sulla vita mondana a Firenze e Milano, sui suoi capolavori come Mastro Don Gesualdo e I Malavoglia, con oltre cento lettere riguardanti la genesi, il successo e le vicende giudiziarie della Cavalleria rusticana nella causa che ne derivò con Mascagni per l’omonima opera lirica. Lettere e manoscritti provengono da una collezione privata francese, che furono acquistati tempo fà da eredi di Verga.
In merito il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha ribadito l’impegno dell’amministrazione per far sì che tornino in Sicilia. Già nel 2008 la Regione Siciliana aveva acquistato altre lettere autografe del padre del verismo. verga_lettere_manoscritti
Il primo cittadino ha affermato: “Rinnovo l’invito a fare presto contenuto nell’appello lanciato all’assessore regionale ai Beni culturali Carlo Vermiglio, del quale conosco la sensibilità. Occorre muoversi al più presto per bloccare l’asta e, come fatto in passato, acquisire al patrimonio della Sicilia questi importanti documenti. Se non ci riuscissimo, sarebbe una grave perdita per la nostra cultura”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook