Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MORTE PAMELA, ARRESTATO IL VICINO DI CASA

MORTE PAMELA, ARRESTATO IL VICINO DI CASA

Pare che sia stato arrestato il presunto assassino di Pamela Canzonieri, 39 anni di Ragusa, trovata morta giovedì scorso nella sua abitazione a Morro di San Paolo in Brasile.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MORTE PAMELA, ARRESTATO IL VICINO DI CASA –

Il portavoce della polizia locale, Alberto Maraux ha reso noto che è stato arrestato uno dei sospettati di aver assassinato Pamela Canzonieri, l’italiana trovata morta giovedì scorso nella sua abitazione a Morro di San Paolo, nello Stato di Bahia, in Brasile. Gli uomini del commissariato territoriale di Cairu hanno comunicato che Il presunto omicida era un vicino di casa della vittima e aveva precedenti per traffico di droga.
Il commissario responsabile per il caso, Argimaria Soares Freitas ha precisato che: “dopo aver sentito alcuni testimoni ho ritenuto necessario chiederne ai pm la custodia cautelare in carcere”. Gli inquirenti non hanno tuttavia voluto confermare l’identità canzonieri_pamela_morta_brasiledell’uomo come divulgata da alcuni siti brasiliani. Comunque continuano le indagini per arrivare ad identificare il reale autore del delitto.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook