Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ENTRA IN COMUNE CON LA MAZZA E SPACCA TUTTO

ENTRA IN COMUNE CON LA MAZZA E SPACCA TUTTO

E’ successo nel comune di Mirabella Imbaccari. Un uomo di 43 anni entra nella segreteria del sindaco e danneggia mobili e computer. La causa che ha scatenato il putiferio ’amministrazione non aveva ancora riparato una conduttura che gli causava infiltrazioni in casa.

 

 

ENTRA IN COMUNE CON LA MAZZA E SPACCA TUTTO –

E’ accaduto nel comune di Mirabella Imbaccari in provincia di Catania. Un uomo di 43 anni è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione dopo che lo stesso aveva danneggiato con una mazza da baseball gli arredi, computer e suppellettili della segreteria del sindaco.
Ciò che ha originato la vicenda, una mancata riparazione nella conduttura da parte dell’Amministrazione comunale. Il guasto nella rete idrica comunale causava una perdita, che avrebbe procurava infiltrazioni nella sua abitazione.
L’uomo subito dopo è fuggito ma è stato bloccato in una via del centro del paese. Deve rispondere di danneggiamento, esercizio comune_mirabella_imbaccari arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose e porto di oggetti atti ad offendere. dell’uomo, che è stato posto ai domiciliari.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook