Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

DELITTO BIANCAVILLA, SI SEGUE PISTA PASSIONALE

DELITTO BIANCAVILLA, SI SEGUE PISTA PASSIONALE

Si sospetta che Antonio Crispi abbia pagato con la vita un torto commesso nei confronti di qualcuno che comunque non aveva intenzioni estreme. Infatti, si presume che all’appuntamento il presunto assassino si sia presentato senza un’arma per ucciderlo.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

DELITTO BIANCAVILLA, SI SEGUE PISTA PASSIONALE –

Il titolare del chiosco-bar di Biancavilla forse non doveva morire. Il corpo di Antonio Crispi, 44 anni, era stato trovato col volto sfigurato domenica scorsa all’interno della sua auto, pochi chilometri a sud di Biancavilla, in una traversa della Strada Provinciale 167 che porta fino alla zona di Piano Rinazze.
Forse lo avevano seguito in una zona di campagna, forse in compagnia di qualcuno o di qualcuna. Crispi è stato bloccato e fatto inginocchiare per poi scagliarsi contro di lui fracassandogli la testa con ripetuti colpi di pietra. La vittima presentava delle ferite anche nelle ginocchia e questo particolare lascia intendere che prima di essere colpito a morte è stato per un bel pezzo inginocchiato chissà per quale ragione.
Si sospetta che Crispi abbia pagato con la vita un torto commesso nei confronti di qualcuno che comunque non aveva intenzioni estreme. Infatti, si presume che all’appuntamento il presunto assassino si sia presentato senza un’arma per ucciderlo.
Continua il lavoro degli investigatori dei carabinieri che hanno sentito tanti amici occasionali e tra questi anche una donna che Crispi conosceva e che in più occasioni aveva frequentato. Pare siano due le piste seguite dagli investigatori. Una che porta alla droga, l’omicidio_crispi_biancavillaaltra quella passionale. Forse quest’ultima legata alla frequentazione di una donna intoccabile.
Il movente del delittopotrebbe essere una punizione inflitta e poi degenerata sino a procurargli la morte. Ecco perché gli investigatori continuano a scavare nel mondo personale della vittima ascoltando tante persone e controllando in maniera minuziosa i traffici telefonici del Crispi. Dal suo telefono potrebbero essere trovati indizi per ricostruire gli ultimi spostamenti partendo da sabato quando non ha più fatto rientro nella sua abitazione.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook