Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

UCCISO CON OGGETTO CONTUNDENTE A BIANCAVILLA

UCCISO CON OGGETTO CONTUNDENTE A BIANCAVILLA

Il corpo di Antonio Crispi è stato trovato nelle campagne di Biancavilla con la testa fracassata.

 

 

UCCISO CON OGGETTO CONTUNDENTE A BIANCAVILLA –

Si chiama Antonio Crispi, 43 anni di Biancavilla(Ct), ma residente ad Adrano(Ct), l’uomo ritrovato stamani senza vita. Il cadavere era a pochi chilometri a sud di Biancavilla, su una traversa della strada provinciale in contrada San Giovanni che porta a Piano Rinazze, all’interno della sua auto, una Fiat Stilo station wagon. Gli investigatori hanno avviato le indagini per chiarire il movente del delitto. La circostanza che sia avvenuto non con armi da fuoco porterebbe ad escludere la pista mafiosa o quella della criminalità organizzata e privilegerebbe quella dei dissidi personali. Secondo una prima analisi effettuata dal medico legale carabinieri_autoGiuseppe Ragazzi, l’uomo sarebbe morto a seguito delle ferie causate da colpi di pietra o altri oggetti contundenti alla testa. Crispi, non aveva precedenti penali ed era molto conosciuto a Biancavilla, essendo uno dei soci del chiosco di piazza Sgriccio. Non si ipotizzano infatti collegamenti con la criminalità organizzata.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook