Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

RAPINATO A COLPI DI CASCO, UN FERMATO

RAPINATO A COLPI DI CASCO, UN FERMATO

Il titolare di una tabaccheria è stato aggredito In viale Mario Rapisardi a Catania a un tratto due uomini su una moto hanno speronato e aggredito la vittima a colpi di casco rubandogli 15mila euro. Fermato un ventottenne proprietario della moto su cui viaggiavano i rapinatori.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

RAPINATO A COLPI DI CASCO, UN FERMATO –

Fermato a Catania il ventottenne Mario Alessio Coco con l’accusa di rapina a un titolare di una tabaccheria del rione Nesima. Il rapinato si recava in banca a bordo del suo scooter per depositare l’incasso della settimana. Giunto nella zona del viale Mario Rapisardi, l’uomo è stato speronato da un’altra moto su cui viaggiavano due persone ed è caduto in terra. Riverso sull’asfalto è stato aggredito a colpi di casco e durante le violenze gli intimavano di consegnare l’incasso. Durante la lotta l’uomo ha perso la busta contenente la somma di 15mila euro che è stata subito raccolta dai rapinatori che si sono dileguati.
Gli investigatori hanno subito cominciato la ricerca dei rapinatori e grazie a una parziale ricostruzione del numero di targa fornito coco-mario-alessio_ da alcuni testimoni e alla visione delle immagini del sistema di video-sorveglianza, è stato individuato l’intestatario del mezzo. Subito dopo è scattata la perquisizione a casa, del Coco che ha esibito una denuncia di furto della moto avvenuto nella stessa mattinata. Dopo l’interrogatorio Coco è stato tradotto nel carcere Piazza Lanza di Catania.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook