Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

COPPIA ARRESTATA A TAORMINA, RAPINAVANO DONNE

COPPIA ARRESTATA A TAORMINA, RAPINAVANO DONNE

Sono scattate le manette per un 35enne di Catania e una 30enne di Messina. La coppia di ladri agivano mentre le vittime erano in auto. Con la tecnica del tamponamento costringevano con minacce le vittime a consegnare soldi e telefoni cellulari.

 

 

COPPIA ARRESTATA A TAORMINA, RAPINAVANO DONNE –

Su provvedimento della locale procura, i carabinieri di Taormina (Me) hanno eseguito un mandato di fermo nei confronti di Salvatore Bonaventura, 35 anni, di Catania, e Camilla Adriana Duci, 30 anni, di Messina, sono accusati di rapina, sequestro di persona e tentativo di estorsione.
I due rapinatori sarebbero responsabili di diverse rapine, tutte nei confronti di donne sole. Le aggressioni avvenivano nel comprensorio di Taormina. Secondo gli investigatori i due, dopo aver individuato la vittima, sempre donne al volante che viaggiavano da sole, le con diversi escamotage e le rapinavano. In un caso, una donna si era fermata per soccorrere la rapinatrice che per strada aveva simulato un grave malore chiedendo disperatamente aiuto, inevitabilmente poi rapinata. taormina_arrestati_rapinatori
Di sovente le malcapitate alla guida delle loro auto venivano tamponate al semaforo e quindi costrette a scendere dall’auto per poi essere derubate. In un altro caso, la vittima sotto minaccia di una pistola era stata costretta a consegnare telefono cellulare, portafoglio e auto con la richiesta mille euro per la restituzione del mezzo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook