Archiviato in | Ambiente, Cronaca, Cronaca Regionale

DISCARICHE, MINISTRO GALLETTI A MISTERBIANCO

DISCARICHE, MINISTRO GALLETTI A MISTERBIANCO

Il ministro Galletti a Misterbianco e Motta Sant'Anastasia incontra i sindaci dei due comuni che gli ricordano: “abbiamo due discariche dietro le porte e i nostri cittadini ci chiedono il rispetto della legalità e di poter respirare aria pulita. Ora, la Regione deve fare la sua parte e noi ci impegneremo a intensificare la raccolta differenziata per far funzionare il progetto”.

 

 

DISCARICHE, MINISTRO GALLETTI A MISTERBIANCO –

La visita a Misterbianco ieri del ministro per l’Ambiente Gian Luca Galletti arriva dopo l’ennesima protesta che alcuni mesi fa è culminata con lo sciopero della fame del sindaco Di Guardo e il blocco degli auto compattatori lungo la strada che porta all’impianto di smaltimento di rifiuti di ‘Valanghe d’inverno’. Questa è la seconda discarica la cui operatività è stata consentita da ripetute proroghe in emergenza da parte del Governo regionale. Malgrado a Misterbianco e Motta Sant’Anastasia si respirino odori nauseabondi con il rischio di problemi alla salute pubblica, alle proteste dei cittadini e dei sindaci sono seguite le rassicurazioni del presidente Crocetta che ha assicurato interventi per mettere fine alla funzionalità della discarica.
Il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo e quello di Motta Sant’Anastasia, Anastasio Carrà hanno accolto ieri pomeriggio il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti davanti al Palazzo del Senato dove erano in attesa anche un gruppo dei Comitati NO discarica dei due Comuni. Per l’occasione erano presenti oltre ai sindaci numerosi consiglieri comunali e assessori dei due Comuni una numerosa rappresentanza di cittadini, l’assessore regionale Giovanni Pistorio, gli onorevoli Giuseppe Berretta, Giovanni Burtone e Marco Forzese. Il ministro Galletti, dopo aver incontrato per alcuni minuti i cittadini dei comitati, che gli hanno regalato una maglietta della protesta, è stato ricevuto all’interno della sala consiliare dove il presidente del Consiglio Comunale Antonino Marchese lo ha accolto.
A seguire il sindaco Di Guardo ha ringraziato il ministro per aver mantenuto la promessa di visitare Misterbianco, ricordando che: “il Comune raggiunge il 60% di raccolta differenziata, abbiamo due discariche dietro le porte e i nostri cittadini ci chiedono il rispetto della legalità e di poter respirare aria pulita”.  Ancora Di Guardo ha insistito sull’urgenza di chiudere la discarica affermando: “Signor ministro la sua opera è stata e sarà preziosa perché le due comunità debbono poter voltare pagina e scrivere la parola fine a quest’annosa vicenda”.
Successivamente è intervenuto il sindaco Carrà che rivolgendosi ai rappresentanti dei comitati ha detto: “Bisogna essere fiduciosi e il ministro Galletti ha dimostrato per le competenze del suo dicastero la massima disponibilità per cercare di arrivare fino in fondo”. misterbianco_ministro_galletti
All’interno della sala vi è stato uno scambio di doni e subito dopo il ministro si è recato a Motta Sant’Anastasia dove dalla terrazza del castello ha potuto rendersi conto della vicinanza della discarica.
A conclusione dell’incontro il ministro ha spiegato i vari passaggi e l’iter che riguarderà le varie competenze: “Al ministero toccano le regole su cui poi le regioni debbono operare. Dopo la crisi abbiamo raggiunto un’intesa con la Regione per arrivare a degli obiettivi su cui noi saremo vigili. Adesso la Regione deve fare la sua parte e il piano dei rifiuti può funzionare se ci sarà la collaborazione di tutti soprattutto sulla differenziata, perché non possiamo pensare di mandare per sempre i rifiuti fuori. Noi comunque vigileremo sul rispetto dei tempi”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook