Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ARRESTATI 4 ESTORSORI A PATERNÒ

ARRESTATI 4 ESTORSORI A PATERNÒ

Sono finiti in manette 4 pregiudicati di Paternò. All’atto del fermo, uno di loro aveva in tasca i soldi del pizzo estorti poco prima a un commerciante della zona.

 

 

ARRESTATI 4 ESTORSORI A PATERNÒ –

Sono stati sorpresi in flagranza di reato mentre intascavano i soldi del pizzo. I carabinieri di Paternò in provincia di Catania hanno arrestato Giuseppe Furnari, 40 anni, Sebastiano Emanuele Laudani, 29 anni, Giuseppe Rau, 27 anni, e Antonino Distefano, 51 anni, tutti paternesi, ritenuti responsabili di estorsione aggravata in concorso. Un commerciante di Paternò liberato dalle minacce e dalle estorsioni era costretto a pagare per non subire ritorsioni.
I pregiudicati erano stati già arrestati dai carabinieri di Paternò nell’aprile del 2014 per un’altra estorsione ai danni di un commerciante di Biancavilla. Un imprenditore del luogo da alcuni mesi era stato preso di mira dai quattro che lo vessavano con continue richieste estorsive di denaro, con la minaccia esplicita che, se non si fosse messo in regola con i pagamenti mensili, sarebbe “andata a finire male”. Dalle indagini svolte in questi mesi dai militari dell’arma si sono potuti raccogliere elementi probatori anche sui tre fermati che dovranno rispondere all’A.G. del medesimo reato.auto_carabinieri3
Gli investigatori dei carabinieri, hanno tenuto sotto controllo il quartetto con pedinamenti e appostamenti fino a quando ieri sera sono riusciti a bloccare Giuseppe Furnari in una via del centro cittadino proprio con i 400 euro in tasca ricevuti poco prima dalle dalla vittima. Dopo gli interrogatori, i quattro sono stati tradotti nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook