Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CITTADINI CONTRO ZTL DI PALERMO È SUBITO CAOS

CITTADINI CONTRO ZTL DI PALERMO È SUBITO CAOS

A capo del corteo lo striscione con un messaggio: “Palermo non si vende. Residenti e commercianti del centro storico”. Durante il tragitto, il serpentone dei manifestanti ha effettuato blocchi stradali in via Roma e via Cavour.

 

 

CITTADINI CONTRO ZTL DI PALERMO È SUBITO CAOS –

Protesta dei negozianti a Palermo contro la chiusura al traffico del centro storico. Chiusi molti negozi e luci spente in tutti gli esercizi commerciali dei quartieri S.Agostino, Olivella e Vucciria. I commercianti, insieme ai residenti degli stessi quartieri, si sono dati appuntamento alle 8.00 di oggi in piazza San Domenico e dopo hanno deciso di muoversi in corteo spontaneo verso Piazza Croci, luogo di concentramento di un corteo cittadino indetto contro la questione della Ztl e diretto verso piazza Pretoria dove ha sede la casa comunale. A capo del corteo lo striscione con un messaggio: “Palermo non si vende. Residenti e commercianti del centro storico”. Durante il tragitto, il serpentone dei manifestanti ha effettuato blocchi stradali in via Roma e via Cavour e parecorteo_contro_ztl_palermo imponendo la chiusura ai pochi esercizi commerciali rimasti aperti.
La polizia indaga per accertare se siano state commesse anche violenze contro chi non era d’accordo a chiudere le saracinesche. Gli agenti hanno sentito alcuni commercianti e hanno acquisito le registrazioni del sistema di videosorveglianza. Pare che i manifestanti sempre più numerosi abbiano creato momenti di forte caos.

 

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook