Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SINDACO ACI CATENA SI DIMETTE

SINDACO ACI CATENA SI DIMETTE

Il sindaco di Aci Catena, Ascenzio Maesano, si è dimesso dalla carica. Il primo cittadino era stato fermato dalla Dia per una presunta tangente da quindicimila euro per l'appalto di un servizio al Comune.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

SINDACO ACI CATENA SI DIMETTE –

Il sindaco di Aci Catena, Ascenzio Maesano si è dimesso dalla carica. Il primo cittadino era stato fermato il 10 ottobre scorso dalla Dia nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Catania su una presunta tangente da 15mila euro per l’appalto di un servizio al Comune. Nel corso dell’operazione della Dia erano stati fermati, oltre l’ex sindaco, anche l’ex consigliere di maggioranza Orazio Barbagallo e l’imprenditore Giovanni Cerami, poi posto ai domiciliari, che avrebbe consegnato la tangente per l’aggiudicazione alla sua azienda del progetto esecutivo ‘Home Care’ finanziato dall’Unione Europea con 252.000 euro. Intanto, Maesano e Barbagallo dopo l’udienza di convalida sono rimasti in carcere.
Il suo legale, l’avvocato Giuseppe Marletta ha reso note le dimissioni ufficiali, dopo aver depositato il documento scritto a penna dal suo assistito. Il penalista ha spiegato: “Era decisione che aveva maturato da tempo e l’ha formalizzata stamattina quando sono andato a trovarlo in carcere. Nel pomeriggio (ndr. riferito a ieri) mi sono recato al Comune per fare protocollare le dimissioni”. Il maesano_ascenzio_sindaco_aci_catenadifensore in attesa di una decisione da parte della Procura sulla sua richiesta di interrogare nuovamente Maesano, ha presentato ricorso contro l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip, dopo il fermo, chiedendone la scarcerazione.
A breve al Comune di Aci Catena è atteso un commissario nominato dal Prefetto che dovrebbe amministrare l’ente fino alle prossime consultazioni elettorali.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook