CORTEO CONTRO IL GOVERNO

CORTEO CONTRO IL GOVERNO

Migliaia di studenti, docenti e lavoratori hanno sfilato insieme a Catania e Palermo la manifestazione contro il governo per cacciare Renzi.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CORTEO CONTRO IL GOVERNO –

In corteo contro il governo si sono dato appuntamento studenti, docenti e lavoratori di categoria in tutta Italia. A Catania, sono tornati a manifestare contro il governo Renzi con un corteo diretto alla Prefettura, sotto la quale è stato esposto uno striscione con su scritto “Cacciamo Renzi”. Hanno partecipato alla manifestazione di Catania un migliaio gli studenti delle scuole e delle università di Catania assieme ai lavoratori dell’Usb che per oggi avevano indetto uno sciopero generale. Il serpentone è partito da piazza Roma che ha coinvolto docenti, pompieri e lavoratori di numerose categorie.
In capo al corteo degli studenti un vessillo che raffigurava un Pupo Siciliano, in piedi a simbolo di rivalsa e difesa della generazione dei giovani e che rappresenta la cacciata di Renzi e di tutti i “burattinai” al governo.
Si è svolta anche a Palermo la manifestazione degli studenti con cortei partiti dai vari istituti scolastici e che si sono dati appuntamento a piazza Politeama prima di unirsi in una unica sfilata per le per le vie del centro. A distanza di due settimane questa è la seconda manifestazione contro la Buona scuola del governo Renzi.manifestazione_contro_governo
Secondo gli studenti la riforma in questione ha generato il progressivo smantellamento della scuola pubblica, apportando continui tagli e l’accentramento delle decisioni didattiche in mano ai singoli presidi.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook