Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ARRESTATO A CATANIA, SCIPPATORE SERIALE

ARRESTATO A CATANIA, SCIPPATORE SERIALE

Lo scippatore metteva a segno i colpi che sono stati perpetrati a Catania nella maggior parte dei casi nel mese di luglio. I metodi dello scippatore erano sempre gli stessi. Con l’ausilio di un ciclomotore e con il volto coperto da un casco identificava la propria vittima e poi agiva con violenza.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

ARRESTATO A CATANIA, SCIPPATORE SERIALE –

Gli agenti della questura di Catania hanno arrestato lo scippatore seriale che da mesi terrorizzava le signore che passeggiavano nel centro della città etnea. L’uomo si chiama Emanuele Licciardello 33 anni. E’ stato arrestato oggi in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa un mese dal Gip del tribunale di Catania.
I colpi che metteva a segno sono avvenuti nella maggior parte dei casi nel mese di luglio. I metodi dello scippatore erano sempre gli stessi. Con l’ausilio di un ciclomotore e con il volto coperto da un casco identificava la propria vittima poi a velocità saliva sul marciapiedi e sempre posizionato sul ciclomotore la scippava della borsa dileguandosi in direzione opposta rispetto a quella da cui veniva la malcapitata.
Le telecamere di alcuni esercizi commerciali e istituti di credito della zona che hanno ripreso alcuni scippi e le fasi successive della fuga hanno agevolato gli investigatori nelle indagini che lo hanno identificato. In almeno un caso la donna scippata era stata, poi, costretta a ricorrere a cure mediche per le ferite riportare in seguito alla caduta che era stata provocata. Durante la rapina, Licciardello investiva le sue vittime con lo scooter e la rapinava. Sono almeno quattro i colpi contestati a Licciardello:
Uno scippo avvenuto in data 1 luglio in piazza Stesicoro ai danni di una signora colombiana alla quale veniva asportata la borsa con telefono cellulare e la somma di euro 500,00; una rapina commessa in data 8 luglio ai danni di una donna che si trovava in questa piazza Mazzini. Nella circostanza il rapinatore dopo averla investita con lo scooter la ha trascinata per alcuni metri sin quando la vittima ha lasciato la presa dileguandosi con la borsa contenente effetti personali, un cellulare e denaro. La donna era stata polizia_manettecostretta poi a ricorrere alle cure mediche presso il pronto soccorso di un ospedale cittadino per escoriazioni alle gambe;
altro scippo consumato il 13 luglio ai danni di una donna che a piedi percorreva una traversa di corso Italia a Catania, alla quale il malvivente ha rubato la borsa contenente effetti personali, un cellulare e denaro;
Ancora una rapina con strappo avvenuta il 26 luglio ai danni di una donna che si trovava in una via del centro storico, nei pressi di un ufficio postale, alla quale ha rubato la borsa contenente effetti personali, un cellulare e del denaro.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook