Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SINDACO DI PRIOLO INDAGATO PER VOTO DI SCAMBIO

SINDACO DI PRIOLO INDAGATO PER VOTO DI SCAMBIO

Insieme con altre 14 persone, dirigenti del Comune, ex assessori e imprenditori, Antonello Rizza sindaco di Priolo risulta tra gli indagati nell'operazione Qualunquemente della polizia di Priolo. Avrebbe elargito sussidi sociali a falsi poveri in cambio di preferenze.

 

 

SINDACO DI PRIOLO INDAGATO PER VOTO DI SCAMBIO –

Priolo (Sr). Andrea Migneco, gup del tribunale di Siracusa ha rinviato a giudizio il sindaco di Priolo, Antonello Rizza, e altri 14 indagati nell’operazione Qualunquemente della polizia di Priolo. Le accuse mosse a vario titolo sono: concussione, voto di scambio, abuso d’ufficio e truffa. Alcuni dirigenti del Comune, due ex assessori e imprenditori sono stati rinviati a giudizio. Pare che Rizza avrebbe elargito sussidi sociali a falsi poveri in cambio di voti. Il sostituto procuratore Margherita Brianese ha coordinato l’indagine che ha ricostruito una diverse vicende dal 2011 al 2014. Il gup ha disposto il non luogo a procedere per un’ipotesi di truffa, nei confronti di tre indagati tra cui il sindaco Rizza: si tratta di un viaggio organizzato dal Comune a Rimini. Il legale del polizia_comune_priolosindaco ha commentato: “Nessuna sorpresa. Un processo complesso che non poteva esaurirsi certo in udienza preliminare, ma sul cui esito siamo fiduciosi”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook