Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

OMICIDIO LORIS: IN AULA LA DIFESA DI VERONICA

OMICIDIO LORIS: IN AULA LA DIFESA DI VERONICA

Il processo a Ragusa continua e l'avvocato Francesco Villardita cercherà di smontare la richiesta a trent'anni di carcere per Veronica, madre del piccolo Loris, formulata da parte dell’accusa e le milionarie richieste di risarcimento avanzate dal marito Davide e dalla suocera Pinuccia Aprile.

 

 

OMICIDIO LORIS: IN AULA LA DIFESA DI VERONICA –

Ragusa. Il processo continua e in aula è il giorno della difesa di Veronica Panarello, la madre accusata di aver ucciso il figlio Loris di 8 anni, il 29 novembre di due anni, e di aver occultato il suo corpo. Quindi, sarà l’avvocato Francesco Villardita, che difende la Panarello sin dall’inizio, a dover smontare la richiesta dell’accusa che ha chiesto trent’anni di carcere per l’imputata e in subordine
stoppare la richiesta risarcitoria delle parti civili, soprattutto quelle riferite al marito Davide Stival e della suocera Pinuccia Aprile che hanno chiesto due milioni di euro cadauno.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook