Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

OMICIDIO A PALAGONIA PER UN DEBITO DI 3MILA EURO

OMICIDIO A PALAGONIA PER UN DEBITO DI 3MILA EURO

Pare che il primo a sparare sarebbe stato il consigliere comunale Marco Leonardo deceduto durante il conflitto nel bar del paese con Francesco Galvagno, pregiudicato che si è costituito ai carabinieri.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

OMICIDIO A PALAGONIA PER UN DEBITO DI 3MILA EURO –

Palagonia (Ct). L’uomo che ieri a Palagonia ha ucciso il consigliere comunale Marco Leonardo, di 41 anni, si chiama Francesco Calvagno, 57 anni, ed è un pregiudicato. L’uomo si è costituito ieri presentandosi ai carabinieri e confessando l’omicidio. Nel corso dell’interrogatorio avrebbe parlato di un credito di 3mila euro che vantava da Leonardo. Comunque ancora non è chiaro se il debitore fosse la vittima o se fosse solamente un intermediario. Ha inoltre riferito dell’incontro con Leonardo nel bar di via Vittorio Emanuele.
Calvagno, ha detto che dopo un alterco verbale il primo a sparare è stato il consigliere comunale, impugnando una pistola calibro 7.65, e di aver risposto al fuoco con un revolver calibro 38. Inoltre, dalle indagini dei carabinieri è emerso che il colpo che ha feritoomicidio_palagonia_ alla gamba il barista, al momento estraneo al conflitto a fuoco tra Leonardo e Calvagno, è stato esploso dalla pistola del consigliere comunale. Al vaglio degli inquirenti restano ancora da chiarire ancora numerosi interrogativi. Saranno gli inquirenti a dare una risposta attraverso le indagini che sono in corso.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook