Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

GIORNO DEL RICORDO PER LE TRAGEDIE DEL MARE

GIORNO DEL RICORDO PER LE TRAGEDIE DEL MARE

Per ricordare i morti è stato scelto il terzo anniversario di quel 3 ottobre che costò la vita quasi a 400 persone. Fu la più grave tragedia del mare e dell’immigrazione ormai tristemente nota e documentata anche se vi sono testimonianze di altri drammi simili, però mai comprovati.

 

 

GIORNO DEL RICORDO PER LE TRAGEDIE DEL MARE –

Prima Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione. Per ricordare i morti è stato scelto il terzo anniversario di quel 3 ottobre che costò la vita quasi a 400 persone. Fu la più grave tragedia del mare e dell’immigrazione ormai tristemente nota e documentata anche se vi sono testimonianze di altri drammi simili, però mai comprovati. Quel giorno il bilancio di vittime crebbe a 386 contando i dispersi. Oggi si svolgerà la celebrazione in senato ma soprattutto sull’isola di Lampedusa dove sono già arrivati più di 200 studenti da tutta Italia e dall’Europa, accompagnati dai loro insegnanti. Nel corso dell’incontro, i presenti si confronteranno concretamente sui temi dell’immigrazione e dell’integrazione. Proprio in occasione della Giornata nazionale dei migranti si tratterà il progetto dal tema: “L’Europa inizia a Lampedusa”, promosso dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in collaborazione con il Comitato 3 Ottobre.
Il Ministro dell’interno Angelino Alfano è atteso sull’Isola, con lui il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, presente inoltre, il sindaco Nicolini tutti presenti a presenziare la manifestazione per non dimenticare.  Manifestazioni per questa giornata sono state organizzate ovunque: un flash mob dell’Arci a Roma, incontri con gli studenti con il sindaco Orlando a Palermo.
In merito interviene il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: “A tre anni di distanza è ancora forte il dolore per le centinaia di vittime innocenti annegate per colpa di un sistema immorale, criminale ed egoista dell’Europa– da quella e da altre stragi ancora migranti_morti_lampedusa_oggi  l’Europa non ha recepito nessuna lezione, nessun messaggio, continuando ad ignorare il drammatico grido di dolore e di speranza di chi vuole fuggire dalla guerra, dalle torture”. Intanto a Lampedusa in questi giorni la Rai terrà anche il “Prix Italia”, la premiazione delle fiction e non soltanto.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook