BIOGAS NELL’ARIA, SINDACO DI GUARDO IN PROCURA

BIOGAS NELL’ARIA, SINDACO DI GUARDO IN PROCURA

Il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo consegna i risultati dell'Arpa ai giudici e chiede un incontro urgente al presidente della Regione Crocetta chiedendo ad alta voce la chiusura della discarica.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

BIOGAS NELL’ARIA, SINDACO DI GUARDO IN PROCURA –

Biogas nell’aria, sindaco Di Guardo in Procura. durante l’incontro tenuto venerdì in sala giunta ha illustrato le iniziative che il comune intraprenderà per definire la definitiva chiusura della discarica dei rifiuti: “Ho inviato lo studio sull’inquinamento redatto dall’Arpa riguardante i risultati sulla qualità dell’aria alla Procura della Repubblica di Catania”. Il primo cittadino ha inoltre aggiunto: “In seguito alle numerose querele presentate nei mesi scorsi nelle quali si denunciava la presenza di odori nauseabondi ho ritenuto che la Procura della Repubblica fosse messa a conoscenza che quanto denunciato è adesso certificato da un ente pubblico e che la discarica va subito chiusa.” Presenti all’incontro l’assessore del comune di Misterbianco per l’Energia Angela Vecchio e i colleghi Marco Corsaro e Federico Lupo oltre ai rappresentanti dei comitati “No discarica” di Misterbianco e Motta Sant’Anastasia.
Il sindaco Di Guardo non ha intrapreso solo un’unica strada, questa mattina ha reso noto di aver richiesto anche un incontro urgente al Presidente della Regione Crocetta in accordo con i ‘Comitati No discarica’ dei due comuni e di concerto con il sindaco di Motta S. Anastasia, che aveva assicurato la sua partecipazione anche all’incontro odierno, però risultato assente. In merito alla vicenda Di Guardo è intervenuto dicendo: “Questa situazione è tutta un imbroglio alla luce dei risultati dell’Arpa e dello studio ispettivo disposto dall’ex assessore Nicolò Marino. Le nostre comunità stanno pagando questo imbroglio che tiene in vita una miniera, ma noi abbiamo la forza morale e giuridica per condurre questa battaglia per la vita delle nostre comunità”.
il sindaco di Misterbianco alza il tono della discussione facendosi forte dalle notizie giunte dalle stanze che contano alla Regione Siciliana: “dove i funzionari che avevano di_guardo_nino_sindaco_misterbiancoespresso parere negativo sul rinnovo dell’autorizzazione sono stati trasferiti in altri uffici, ma noi non ci fermeremo, contrasteremo e impugneremo eventuali ordinanze di proroga e stiamo studiando la possibilità di attivare una class action.”

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook