FESTA DE L’UNITÀ A CATANIA, FERVONO I PREPARATIVI

FESTA DE L’UNITÀ A CATANIA, FERVONO I PREPARATIVI

Tra una settimana circa e precisamente dal ventotto agosto all'undici settembre si apriranno le porte del festival nazionale de l’Unità che si terrà alla villa Bellini di Catania. Il programma sarà comunicato nei prossimi giorni anche perché non è ancora stato definito e nella sede del Partito democratico di Catania sono al lavoro per sistemare il palinsesto organizzativo della manifestazione. Infatti, per due settimane il capoluogo etneo sarà centro dell’attività e punto di lancio delle proposte del governo. Ma oltre la politica in molti si chiedono quali saranno le attrazioni musicali che quest’anno condiranno la ricca scaletta densa di appuntamenti politici.

 

 

FESTA DE L’UNITÀ A CATANIA, FERVONO I PREPARATIVI –

Festa de l’Unità a Catania, fervono i preparativi. Tra una settimana circa e precisamente dal ventotto agosto all’undici settembre si apriranno le porte del festival nazionale de l’Unità che si terrà alla villa Bellini di Catania. Quindi, tra poco più di una settimana con lo slogan “l’Italia che dice sì” in riferimento al referendum costituzionale del prossimo ottobre inizierà la kermesse politico-musicale della festa tanto attesa pidiessini. Ci saranno tutti in prima fila, dal presidente del Consiglio Matteo Renzi alla ministra alle Riforme Maria Elena Boschi, passando per lo stato maggiore del Pd e tutti i politici siciliani. Assodato che il dibattito politico che ne verrà fuori sarà interessante, la domanda che si pongono gli abitanti del comprensorio etneo chi animerà i concerti.
Secondo alcune indiscrezioni, la prima a intervenire sul palco della villa comunale Vincenzo Bellini, potrebbe essere Patty Pravo. Comunque la risposta ufficiale non è stata confermata e dovrebbe essere comunicata nelle prossime ore. Fino a ieri, i contratti ancora non erano ancora stati firmati e potrebbe darsi che qualche nome potrebbe saltare ed essere sostituito con qualche altro in corso d’opera. Quindi se il tutto si dovesse concretizzare, la cantante 68enne potrebbe inaugurare i lavori della convention democratica.
Posti all’attenzione del pubblico etneo anche le serate successive e tra i coinvolti nel progetto Mario Venuti che si dovrebbe esibire insieme agli Urban Fabula, un trio jazz composto da musicisti siciliani: una combinazione che ha debuttato lo scorso 25 dicembre proprio a Catania e che proporrà vecchi brani in versioni inedite. Forse ci sarà la partecipazione anche della catanese Carmen Consoli. Altri artisti potrebbero partecipare come gli Avion Travel, rappresentati dal loro leader Peppe Servillo, fratello del premio Oscar Toni: artisti, entrambi, per i quali il presidente del consiglio in persona ha sempre lodato nei suoi interventi nei social. E ancora potrebbe esserci Sergio Vallarino in arte Zibba, che prese parte al concertone del primo maggio a Roma, nel lontano 2003, e da allora non si è mai fermato. La scaletta potrebbe prevedere anche un giovane sardo, Marco Coppai in arte Madh, che canta festa_unita_2016esclusivamente in inglese e deve il suo successo anche al talent “X-Factor”. La politica sarà nei dibattiti, ma fuori dalla musica, è una voce che circola negli ambienti di partito da un po’ di tempo a questa parte e gira voce  che ormai gli artisti non si espongono più politicamente. Forse resterà il ricordo di quando salivano a turno sul palco del Pci , Fabrizio De André, Francesco De Gregori e il mitico Antonello Venditti insieme a tanti altri colleghi.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook