Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PRETE ABUSA DI LUI MINACCIANDOLO CON UN COLTELLO

PRETE ABUSA DI LUI MINACCIANDOLO CON UN COLTELLO

Il minorenne frequentava la parrocchia in una zona marinara della periferia di Catania. Le accuse mosse dal ragazzino troverebbero riscontro nelle intercettazioni effettuate dagli investigatori. E’ stato accertato inoltre che il prete era molto presente sui social network.

 

 

PRETE ABUSA DI LUI MINACCIANDOLO CON UN COLTELLO –

Prete abusa di lui minacciandolo con un coltello. Il fatto sarebbe successo a Catania, un sacerdote avrebbe puntato un coltello contro un ragazzino di 15 anni, che frequentava una parrocchia alla periferia di Catania, e lo avrebbe così costretto a subire abusi. Il quindicenne accusa il sacerdote. Dopo la denuncia del minorenne e dei suoi genitori alla Procura di Siracusa è stata subito avviata l’inchiesta. Gli investigatori avrebbero trovato riscontri in intercettazioni telefoniche dando seguito alle accuse. Alle indagini hanno partecipato i componenti del nucleo investigativo telematico della Procura di Siracusa perché il parroco indagato era molto attivo in chat e social network. Il Gip ha emesso per l’uomo l’obbligo di dimora che gli è stata notificato dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della Procura di Siracusa. Secondo l’accusa è indagato per violenza sessuale abusi_4_preteaggravata su un minorenne, “pur risultando sospeso dalle proprie funzioni di parroco, potenzialmente era in condizione di frequentare una vasta platea di parrocchiani con il concreto rischio di reiterazione del reato”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook