Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CARONIA (ME): DIA SEQUESTRA BENI A IMPRENDITORE

CARONIA (ME): DIA SEQUESTRA BENI A IMPRENDITORE

Sequestro milionario a imprenditore ritenuto vicino alla famiglia mafiosa di Mistretta. Si tratta di Giuseppe Lo Re, al quale sono stati confiscati beni per un milione e mezzo di euro. Disposta la sorveglianza speciale per quattro anni con obbligo di soggiorno.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CARONIA (ME): DIA SEQUESTRA BENI A IMPRENDITORE –

Caronia (Me): Dia sequestra beni a imprenditore mafioso.  Eseguita una confisca di beni per circa un milione e mezzo di euro nei confronti di Giuseppe Lo Re, imprenditore di Caronia (provincia di Messina), appartenente alla famiglia mafiosa di Mistretta. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Messina, sezione Misure di prevenzione ed eseguito dalla Dia di Messina, coordinata dal Centro Operativo di Catania.
Applicati i sigilli a due imprese del settore della commercializzazione delle autovetture e una associazione che gestisce un night club; ai suoi prestanome e ai componenti del suo nucleo familiare sono state confiscate cinque unità immobiliari, un rapporto finanziario, cinque autocarri e numerose autovetture.
Per Lo Re, inoltre, è stata disposta la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per quattro anni con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e la messa in liquidazione dalla società “Autoservice srl “. Gli investigatori hanno accertato durante le indagini una sperequazione economico finanziaria tra il reddito e le reali disponibilità possedute dall’imprenditore. Lo Re è ritenuto legato alla famiglia mafiosa di Mistretta, guidata da Sebastiano Rampulla deceduto nel 2010. Quest’ultimo era rappresentante provinciale di ‘cosa nostra per la provincia di sequestro_lo_re_caronia_meMessina e fratello di Pietro, condannato all’ergastolo perché ritenuto l’artificiere della strage di Capaci.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook