Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

SI RECA IN OSPEDALE CON UNA PISTOLA, ARRESTATO

SI RECA IN OSPEDALE CON UNA PISTOLA, ARRESTATO

Le manette sono scattate per un 41enne che è presentato al pronto soccorso chiedendo di essere ricoverato perché affaticato. Durante la visita i medici si accorgono che la persona ha un'arma, avvertono la polizia e lo arrestano.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

SI RECA IN OSPEDALE CON UNA PISTOLA, ARRESTATO –

Si reca in ospedale con una pistola, arrestato. L’uomo si è presentato la mattina presto al pronto soccorso dell’ospedale di Comiso (Ragusa) chiedendo di essere visitato per un indistinto malessere con la richiesta di essere ricoverato perché stanco. L’uomo, Luciano Cutrona, 41 anni, è stato sottoposto a visita e mentre i medici effettuavano i controlli del caso si sono accorti che aveva con sé una pistola custodita nella cintola e ben visibile. Dopo averlo fatto sdraiare su un lettino, i sanitari del pronto soccorso hanno allertato la polizia. Subito è scattata l’emergenza e gli agenti di Vittoria sono arrivati e perquisito il degente che deve rispondere di porto abusivo di arma clandestina e detenzione illegale di munizioni. L’uomo è stato subito arrestato. L’arma che è stata sequestrata era perfettamente funzionante e aveva nel caricatore dieci cartucce mentre altre sono statecarabinieri_ospedale_arrestato_ trovate nell’auto di Cutrona. L’arrestato nell’ospedale non ha mai utilizzato la pistola per minacciare il personale sanitario.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook