Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CONDOTTA IDRICA DI CALATABIANO IN FIAMME: È EMERGENZA

CONDOTTA IDRICA DI CALATABIANO IN FIAMME: È EMERGENZA

A Messina torna l'incubo emergenza idrica, durante la notte è stato appiccato un incendio nell'impianto che porta l’acqua nel capoluogo peloritano. Il rischio è che la città potrebbe rimanere per diversi giorni senz'acqua. La società idrica Amam rassicura di riparare tutto nel più breve tempo possibile.

Print Friendly, PDF & Email

 

 

CONDOTTA IDRICA DI CALATABIANO IN FIAMME: È EMERGENZA –

Condotta idrica di Calatabiano in fiamme è emergenza. Una nuova emergenza idrica si profila per i messinesi che rischiano, in piena estate, di rimanere senz’acqua. Il dirigente dell’Amam, (azienda meridionale acque di Messina) spiega che: ” la scorsa notte qualcuno ha bruciato i quattro tubi del bypass di Calatabiano dell’acquedotto di Fiumefreddo, la città potrebbe trovarsi per diversi giorni, in gran parte del territorio, senz’acqua”.
Il bypass realizzato a Calatabiano era stato completato in autunno e proprio mentre veniva costruito la città dello Stretto rimase parecchi giorni senz’acqua per una frana che aveva rotto la conduttura a Calatabiano. La Rosa spiega che: “Ci vorranno giorni per riparare la condotta aspettiamo ora che arrivi il materiale, cercheremo di riparare tutto nel più breve tempo possibile”.
Una nota diramata dalla società idrica rende noto che: “Il Dipartimento sta seguendo l’evolversi della situazione in stretto contatto con la struttura regionale della protezione civile, con il Comune di Messina e con i tecnici di Amam, istituzioni ed enti locali che dallo scorso 4 maggio, data di chiusura dello stato di emergenza nazionale, gestiscono in condotta_idrica_calatabiano_fiammeordinario il sistema di monitoraggio dei movimenti franosi e il sistema di approvvigionamento dell’acqua a seguito degli interventi effettuati durante la gestione emergenziale”.
Da stamane per l’acquedotto di Calatabiano si complica la situazione, infatti a seguito degli incendi che interessano la zona della collina di Contrada Piraino-Santa Caterina, una squadra formata dal Capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio segue con attenzione l’evolversi della situazione.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook