Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

VERONICA CHIEDE CONFRONTO CON IL SUOCERO

VERONICA CHIEDE CONFRONTO CON IL SUOCERO

Il difensore della Panarello chiede un confronto all'americana tra la sua assistita e il suocero. Veronica lo accusa di aver ucciso il figlio. Il legale di Andrea Stival non è d’accordo.

 

 

VERONICA CHIEDE CONFRONTO CON IL SUOCERO –

Veronica chiede faccia a faccia con il suocero. L’avvocato Biazzo legale di fiducia del nonno di Loris, commenta la nuova richiesta della difesa della donna rinchiusa in carcere e ritenuta ad oggi l’unica responsabile del delitto di Santa Croce Camerina: “Le dichiarazioni che renderà in aula Veronica Panarello nella prossima udienza del prossimo 26 settembre non ci preoccupano. Non temiamo nulla perché tutte le accuse lanciate contro il suocero, Andrea Stival, si sono rivelate infondate”. Veronica Panarello accusa il suocero Andrea Stival di aver ucciso il nipote con un cavo usb perché temeva che rivelasse “al figlio di aver scoperto la relazione sentimentale tra loro due”.
Quindi potrebbe essere possibile un confronto all’americana tra la nuora e il suocero. Francesco Villardita, avvocato della donna interviene nel merito: “Dopo l’esito della perizia psichiatrica che ha stabilito che Veronica Panarello è capace di intendere e di volere, ho depositato una nuova richiesta di confronto tra la mia assistita e il suocero, Andrea Stival, che è ancora al vaglio del pubblico ministero”.  Non si è fatta attendere la replica di Biazzo legale della controparte: “Ritengo che non sia ammissibile e utile perchè tutta la documentazione probatoria è sufficiente e completa per una valutazione andrea_stival_veronica_panarellodel Gip”.
Nella prossima udienza del 26 settembre la donna ha chiesto di fare dichiarazioni spontanee per ribadire il coinvolgimento del suocero nell’omicidio del figlio.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook